menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaca causò la morte in tangenziale di una maestra: la famiglia accetta il risarcimento

La parte civile della famiglia di Paola Rosa Tanga, la 59enne di Limena morta nel tragico schianto del 25 giugno del 2016, è uscita dal processo ed ha accettato il risarcimento

È uscita spontaneamente dal processo la parte civile della famiglia di Paola Rosa Tanga, la 59enne di Limena morta il 25 giugno del 2016 in un incidente nella tangenziale sulla bretella per Abano. Quel giorno la sua auto si schiantò contro quella di una imprenditrice 51 enne, risultata poi positiva all’alcol test.

RISARCIMENTO MILIONARIO.

Come riportano i quotidiani locali, i familiari della maestra di Limena uccisa nell’incidente hanno accettato l’assegno milionario: gli avvocati avevano chiesto un risarcimento di un milione 800 mila euro e la cifra liquidata è molto vicina. La 51enne è stata accusata di omicidio stradale. Nella seconda udienza, ottenuto il risarcimento, la parte civile della famiglia Tanga è uscita dal processo; è rimasta invece quella dell’associazione sostenitori e amici della polizia stradale che chiedeva un indennizzo per le proprie campagne di sensibilizzazione sulla guida.

L'INCIDENTE.

Il pomeriggio del 25 giugno 2016, l’imprenditrice era al volante della sua Bmw e stava andando verso la città termale quando ha provocato lo schianto all’altezza di corso Boston. Stando a quanto ricostruito la donna ha perso il controllo della sua macchina perché guidava con un tasso alcolemico di 2,1 e perché stava utilizzano un’applicazione del cellulare. L’auto si è scontrata contro la Lancia Y della maestra di 59 anni che è morta sul colpo. La donna è stata arrestata per omicidio stradale, finendo ai domiciliari. Oggi ha l’obbligo di dimora ad Abano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento