menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Ruffina a Saonara, dove si è consumata la duplice tragedia

Via Ruffina a Saonara, dove si è consumata la duplice tragedia

Omicidio-suicidio a Saonara: spara un colpo alla sorella e poi si uccide

Il dramma si è consumato venerdì in via Ruffina. Vittime il 77enne Benito Zancato e la sorella 86enne Maria. A scoprire i cadaveri, in serata, è stato il figlio del primo. Indagini dei carabinieri di Piove in corso

Una scena straziante quella che si è trovato di fronte venerdì sera un figlio: l'anziano padre e la zia cadaveri, vittime di un omicidio-suicidio.

IL DRAMMA. La tragedia si sarebbe consumata all'esterno, in un campo sul retro della loro abitazione in via Ruffina a Saonara. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Piove di Sacco intervenuti sul posto, l'uomo, il 77enne Benito Zancato, avrebbe dapprima sparato con la sua pistola, a distanza ravvicinata, contro la testa della sorella 86enne Maria, quindi, dopo averla diretta contro la propria tempia, avrebbe fatto fuoco nuovamente per uccidersi, finendo prono a terra. L'arma è stata trovata sotto al corpo dell'anziano.

I BIGLIETTI. All'interno della grande villa di campagna, suddivisa in tre nuclei familiari, abitata ai lati dai figli di Benito e al centro da quest'ultimo, vedovo, con la sorella, i carabinieri hanno rinvenuto dei biglietti in cui entrambi avrebbero spiegato il loro gesto disperato e tranquillizzato i familiari. La vecchiaia, la voglia di vivere ormai esaurita. Probabilmente il duplice dramma è avvenuto intorno alle 17.30, quando un parente avrebbe udito due spari, che avrebbe però collegato all'eventuale presenza di un cacciatore, senza poter minimamente immaginare l'atroce realtà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento