menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le forze dell'ordine davanti alla palazzina di via Canestrini dove si è consumata la tragedia (fonte: YouReporter)

Le forze dell'ordine davanti alla palazzina di via Canestrini dove si è consumata la tragedia (fonte: YouReporter)

Omicidio di via Canestrini, un anno fa Rao aveva ferito la figlia col coltello

Emerso un inquietante precedente: il 30enne padovano che ieri ha ucciso a coltellate l'ex compagna Erica Ferazza, nel 2011 in ferie in una pizzeria del Livornese aveva ferito la piccola di allora 2 anni con un coltello alla gola

La figlia, allora di 2 anni, ferita con un coltello alla gola con 7 giorni di prognosi. Forse un gesto involontario, accidentale. Resta però l'inquietante analogia dell'oggetto protagonista di questo episodio, risalente a un anno fa, nel 2011, all'interno della pizzeria di un camping di Marina di Bibbona, nel Livornese. Sempre con un coltello, il 30enne ingegnere padovano, Paolo Rao, ha infatti ammazzato l'ex compagna, la 28enne Erica Ferazza, madre di sua figlia, inerme testimone della tragedia consumatasi ieri mattina nell'appartamento di lei in via canestrini a Padova.

LUI: ANCORA SEDATO IN OSPEDALE

 

LA NOTIZIA "FLASH": MASSACRA L'EX DAVANTI ALLA FIGLIA DI 3 ANNI

 

CHI SONO VITTIMA E CARNEFICE: LA TRAGEDIA DELLA DEPRESSIONE

L'INQUIETANTE PRECEDENTE. Una vicenda riemersa oggi, mentre si sta scavando per cercare di capire cosa sia scattato nella mente del giovane laureato in ingegneria che soffriva di depressione, figlio del direttore generale Ulss Fortunato Rao morto un anno fa, che ieri dopo l'aggressione mortale alla donna ha cercato di suicidarsi, impiccandosi. Il fatto era avvenuto l'8 agosto 2011, mentre Erica con la piccola era in vacanza in Toscana, assieme ai nonni. Paolo si era recato al camping Free Beach di Bibbona per un saluto, dato che già non vivevano più assieme. Durante la cena in pizzeria aveva ad un certo punto sollevato la bimba dal seggiolone, mentre teneva in mano un coltello, e l'aveva ferita alla gola, forse involontariamente. Una dinamica mai chiarita. Savanti ai carabinieri i familiari avevano ricostruito la dinamica di un incidente, una lesione colposa. Ma la madre della piccola aveva sporto denuncia e Rao era stato deferito alla procura di Livorno per lesioni personali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento