Diciassette anni di carcere per l'omicidio di Bagnoli: condannato il 27enne che sparò

Il gup Margherita Brunello ha condannato Benedetto Allia, l’uomo che il 23 settembre del 2017 uccise a colpi di fucile Francesco Mazzei e ferì un altra persona

Diciassette anni e 8 mesi di carcere. Il gup di Padova Margherita Brunello ha condannato Benedetto Allia, l’uomo di 27 anni che il 23 settembre del 2017 uccise a colpi di fucile Francesco Mazzei e ferì un altra persona a Bagnoli di Sopra in un’azienda del posto. L’accusa aveva chiesto per l’indagato 18 anni di carcere: il giovane è stato condannato per omicidio premeditato e tentato omicidio.

La sparatoria

Quella mattina il titolare della ditta stata aspettando un giovane italiano di origini marocchine, Yassine Lamfaddel, che voleva parlare di un’assunzione a tempo indeterminato e che si era fatto accompagnare da un amico. La discussione tra i tre è degenerata fino a quando Allia non ha estratto l’arma sparando a entrambi. Francesco Mazzei è morto subito, il marocchino è scappato e ha chiamato i carabinieri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento