Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

Dei 66 lavoratori in nero in 4 avevano anche il reddito di cittadinanza: il loro datore di lavoro ha preso migliaia di euro di multa e la misura per i lavoratori è stata revocata. L'operazione delle fiamme gialle ha permesso di rintracciare diversi furbetti

Lavoravano in nero e alcuni percepivano il reddito di cittadinanza. La guardia di finanza di Este ha scoperto 66 persone che lavoravano in nero: quattro di queste risultavano beneficiarie di oltre 50 mila euro di reddito di cittadinanza, subito recovato.

Le indagini

L’operazione è nata durante i servizi di controllo economico del territorio e di gestione dell’emergenza Covid. In piena quarantena, le fiamme gialle hanno bloccato un autocarro con a bordo 4 persone di origine marocchina, senza autocertificazione, che hanno riferito di star andando al lavoro. Gli accertamenti sul caso hanno fatto emergere che i 4 fermati non erano formalmente assunti dal datore di lavoro di cui avevano parlato durante il controllo e non solo: al loro capo veniva da tempo negato il permesso di soggiorno per il reato di caporalato. Sono partiti quindi diversi controlli sul lavoro sommerso nei confronti di questo imprenditore e dei suoi “dipendenti”, che svolgevano attività agricola in nero. Il datore di lavoro ha ricevuto una multa di 74 mila euro. Ma non finisce qui perché 4 lavoratori percepivano il reddito di cittadinanza, misura assistenziale che è stata subito revocata: sono stati recuperati oltre 12 mila euro già erogati ed è stato bloccato il versamento del denaro che era stato loro riconosciuto ma non ancora percepito, pari a 38 mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il reddito di cittadinanza

Da quando è stata introdotta la misura diventata bandiera dei 5 stelle, i reparti del comando provinciale di Padova della guardia di finanza ha effettuato 84 controlli. Di questi, 21 ricevevano il reddito di cittadinanza e sono stati controllati tutti i nuclei familiari per un totale di 31 persone per capire se ne avevano davvero diritto: in 19 non avevano i requisiti. Nel complesso, in materia di prestazioni sociali agevolate, sono risultati irregolari 29 controlli, con la conseguente denuncia che ha permesso di recuperare 136 mila euro di soldi pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento