menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Compra un capannone all'asta e ci trova una galleria d'arte: le opere sono contraffatte

Quasi 600 tra quadri, stampe e statue, sono state rinvenute dalla guardia di finanza di Este all'interno di un edificio nella zona industriale atestina

Un commerciante d'auto compra un capannone all'asta per allargare la sua attività e ci trova dentro numerose opere d'arte contemporanea false. Come riportano i quotidiani locali, quasi 600 tra quadri, stampe e statue, sono state rinvenute dalla guardia di finanza di Este all'interno di un edificio ubicato nella zona industriale atestina.

OPERE CONTRAFFATTE. Le opere, che da un primo colpo d'occhio possono sembrare di artisti contemporanei del calibro di Aligi Sassu, Finzi, Felicita Frai, Gigino Falconi, Ludovico Calchi Novati o Sandro Chia, venivano spacciate per autentiche. La Procura ha incaricato un'esperta di fare una stima dei quadri. Le opere sono state poste sotto sequestro e affidate al nuovo proprietario dello stabile mentre il vecchio, 67enne di Este, è indagato dalla procura della Repubblica di Rovigo per contraffazione di opere d'arte e ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento