menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Margherita Ragazzi e Claudia Giuliani

Margherita Ragazzi e Claudia Giuliani

Pet therapy e pensione per animali Oscar green a fattoria Due Carrare

Le padovane Claudia Giuliani e Margherita Ragazzi della "Ragazzi a quattro zampe" si aggiudicano la vittoria nella semifinale veneta del concorso nazionale di Coldiretti che premia le migliori nuove idee in agricoltura

"Ammirando la passeggiata delle oche libere o assistendo alla passeggiata di Mina la mailaina con i suoi cuccioli, guardando pony asini e cavalli al pascolo, seguendo l’evoluzione dell’orto ed apprezzando il cambiamento delle stagioni, si ottengono risultati alle volte imprevedibili", parlano così della loro attività di pet therapy le imprenditrici Claudia Giuliani e Margherita Ragazzi, che con l'attività della loro fattoria didattica "Ragazzi a quattro zampe" di Due Carrare, nel padovano, si sono aggiudicate la vittoria alla semifinale veneta del concorso di Coldiretti "Oscar green", ideato per premiare le migliori nuove idee in agricoltura. Premiate alla selezione regionale, Claudia e Margherita ora possono aspirare alla finale nazionale a Roma.

LA FATTORIA DIDATTICA. Aperta da appena due anni su iniziativa delle due giovani padovane, operatrici per l'infanzia e specializzate in zooantropologia didattica, la fattoria “Ragazzi a quattro zampe” di Due Carrare si è fatta conoscere e apprezzare per l’intensa attività con i più giovani, in particolare con i disabili e le loro famiglie, ma anche per l’accoglienza dei cani e di altri animali e per le lezioni all’aperto con centinaia di studenti, entusiasti di trascorrere una giornata a tutta natura. Numerosi i laboratori: "Dall'uovo al pulcino", "Il mio primo formaggio", "L'orto prende vita". Anche il sostegno ai vari centri estivi di tutta la provincia è stato un successo. Questa estate più di 800 ragazzini hanno apprezzato i laboratori con le verdure piuttosto che la creazione di spaventapasseri o l’attribuzione della "patente asinina". Particolare interesse ha destato il percorso della terra, dal seme sino al frutto, per far conoscere e  incoraggiare un’alimentazione sana e a chilometro zero.

GLI ALTRI PADOVANI IN GARA. Alla fase regionale del concorso sono arrivati anche Federico Billo da Merlara, titolare di un’azienda di floricoltura che si è fatta conoscere, guadagnandosi una certa notorietà, per la produzione e la vendita di garofani. Maurizio Trevisan è titolare di un’azienda agricola di Baone mentre Francesca Brancaglion è impegnata nell’azienda "I felici" di Lozzo Atestino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento