menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore per probabile overdose: il fratello chiede aiuto, poi ingoia la droga e rischia la vita

La vittima è un 24enne tunisino morto in un palazzo dell'Arcella. A dare l'allarme il fratello, che all'arrivo della polizia ha tentato di nascondere della cocaina ingerendola

Lo ha trovato il fratello, ormai esanime all'ultimo piano di un palazzone probabilmente vittima di un'overdose. Poi anche il congiunto all'arrivo della polizia ha ingurgitato una grossa dose di droga finendo ricoverato d'urgenza in ospedale.

La vicenda

Protagonisti della triste storia di degrado che si è consumata nella mattinata di venerdì 11 aprile in una via della prima Arcella sono due giovani fratelli tunisini, irregolari in Italia. Uno dei due ragazzi, visibilmente scosso, si è presentato dagli agenti della polizia ferroviaria chiedendo aiuto per un amico e sostenendo di averlo rinvenuto senza vita.

Il ritrovamento del cadavere

Immediatamente gli agenti hanno allertato i colleghi della polizia, che hanno inviato una volante sul posto indicato dal giovane straniero. Arrivati in via Jacopo Avanzo, i poliziotti sono saliti fino al terrazzo all'ultimo piano dello stabile, dove hanno rinvenuto il cadavere di un giovane di 24 anni, risultato essere il fratello del ragazzo che aveva chiesto aiuto.

Tragedia sfiorata

Nei minuti successivi, dai rilievi è emerso che il tunisino era probabilmente rimasto vittima di un'overdose di droga, anche se non sono stati trovati lacci emostatici, siringhe o altri oggetti riconducibili all'uso di stupefacenti. In quel momento è accaduto un altro dramma nel dramma: il fratello del defunto, che aveva chiesto aiuto agli agenti in stazione, si è appartato e ha ingoiato una grossa quantità di cocaina perché non fosse ritrovata dagli agenti.

Le ultime ore

Le successive indagini hanno permesso di accertare che il ragazzo morto era finito in questura il giorno prima, quando era stato protagonista di una rissa in piazza De Gasperi attorno alle 17.30. Sono in corso le analisi tossicologiche sulla salma per accertare la causa della morte, che potrebbe essere stata causata dall'ingestione di cocaina o di qualche altra sostanza stupefacente in dosi troppo massicce o di scarsa qualità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento