rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Giornata nazionale dell'albero: carabinieri in prima linea

L’obiettivo è quello di intraprendere un percorso verso la consapevolezza dell’importanza delle piante per la tutela dell’ambiente ed in particolare per il contenimento dei cambiamenti climatici

Il 21 novembre di ogni anno ricorre la Giornata Nazionale dell’Albero e, causa maltempo, quest’anno le iniziative sono state posticipate al 25 novembre. 

I fatti

Le Stazioni Carabinieri Forestale per l’occasione hanno incontrato gli alunni di alcune delle scuole primarie della provincia. Nel corso di questi incontri i carabinieri, oltre ad illustrare i compiti istituzionali a difesa dell’ambiente, della flora e della fauna, hanno donato alcune piantine forestali che sono state messe a dimora all’interno dei giardini delle scuole coinvolte. La settimana dell’Albero si concluderà oggi, domenica 27 novembre alle 10:30, quando una rappresentanza dell'Arma di Padova parteciperà unitamente all’assessore al verde del Comune di Padova, Antonio Bressa, alla piantumazione di alcune essenze arboree presso il Parco dei Faggi – Sgaravatti.

Il progetto 

Le piantine forestali sono state donate dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità nell’ambito del progetto nazionale di educazione ambientale denominato "Un albero per il futuro”, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente. Il progetto ha una portata nazionale che prevede la donazione e la messa a dimora nelle scuole italiane di migliaia di piantine nel triennio 2020-2022. L’obiettivo è quello di intraprendere un percorso verso la consapevolezza dell’importanza degli alberi per la tutela dell’ambiente ed in particolare per il contenimento dei cambiamenti climatici. Gli alunni vengono concretamente coinvolti nella creazione di un “bosco virtuale diffuso della legalità” in tutta Italia, la cui crescita può essere visualizzata su di una mappa digitale. Un algoritmo ne calcola in tempo reale il quantitativo di anidride carbonica complessivamente assorbita, man mano che nuovi alberi vengono piantati e crescono. Infatti ogni pianta messa a dimora viene georeferenziata e identificata da una fascetta con QR-0code che consentirà di registrarne automaticamente la posizione geografica e di inserirle nel portale www.unalberoperilfuturo.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata nazionale dell'albero: carabinieri in prima linea

PadovaOggi è in caricamento