rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Botte e umiliazioni alla tredicenne: baby bulle denunciate dai carabinieri

Oggi 25 gennaio, dopo una segnalazione giunta alla app YouPol gli investigatori della Squadra mobile si sono recati a scuola identificando tutti i protagonisti dell'ennesima storia di violenza giovanile. Il papà della vittima ha denunciato tutto in caserma

Un film già visto: da una parte giovani ragazze che desiderano emergere nel branco attraverso la violenza, dall'altra una vittima fragile, che nulla può al cospetto di ragazze "brave" a risolvere i problemi adolescenziali solo con le botte, le umiliazioni e la prevaricazione. Si può sintetizzare così una vicenda cominciata ieri mattina 24 gennaio con un'aggressione di tre quattordicenni, ai danni di una tredicenne e finita oggi, 25 gennaio, con l'identificazione delle responsabili. Della vicenda, vista la minore età, sono state messe al corrente anche le rispettive famiglie. Ora per le responsabili è scattata la denuncia dei carabinieri.

La app YouPol

Ieri mattina, per futili motivi, le due ragazze hanno umiliato e colpito a calci e pugni una tredicenne. Il tutto, come da copione, è stato ripreso da uno smartphone ed in pochi minuti il video è diventato virale tra gli studenti. E' arrivato anche in una chat di genitori e qualcuno ha pensato bene di inoltrarlo alla app YouPol della Questura. Gli investigatori della Squadra mobile, con gli spunti investigativi raccolti, si sono messi subito al lavoro e nella mattinata odierna hanno intercettato le tre scuole dove 
studiano la vittima e le due baby bulle.

Polizia a scuola

In piena collaborazione con i rispettivi dirigenti scolastici, gli investigatori hanno identificato tutte e tre le persone protagoniste del pestaggio di ieri e vista la minore età hanno avvisato e contattato anche le rispettive famiglie. E' stata anche preparata un'informativa che è stata inoltrata alla Procura per i Minorenni di Venezia. 

La denuncia dai carabinieri 

Il canovaccio di quanto accaduto ieri mattina è venuto alla luce nella giornata odierna è purtroppo l'ultimo episodio di bullismo che si verifica a Padova e che vede sempre più spesso giovani ragazze tra i protagonisti in negativo. Alla luce di questa pericolosa tendenza, forze di polizia e scuole del territorio stanno ottimizzando gli sforzi per stroncare ogni tipo di reato di questa fattura che se spesso non lascia particolari strascichi alle vittime sul fronte fisico, rischia di provocare ferite indelebili sul fronte psichico con tutte le conseguenze del caso nella crescita di ogni persona coinvolta. Nella tarda mattinata di oggi, nel frattempo, il papà della vittima si è recato in via Rismondo alla stazione dei carabinieri di Padova Principale per formalizzare regolare denuncia. La tredicenne è dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso. Le indagini sono seguite dai carabinieri. L'aggressione sarebbe scattata per questioni di gelosia. Le tre baby bulle sono state denunciate alla Procura per i Minorenni di Venezia e dovranno rispondere di lesioni personali in concorso. Le tre giovanissime frequentano il primo anno di istituti superiori della città i cui dirigenti scolastici sono stati già contattati per l’organizzazione di incontri con gli studenti al fine di spiegare loro l’importanza del rispetto del prossimo oltre che le conseguenze penali di condotte  antigiuridiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e umiliazioni alla tredicenne: baby bulle denunciate dai carabinieri

PadovaOggi è in caricamento