rotate-mobile

Ahmed, in centinaia per l'addio: la comunità marocchina si stringe attorno alla madre in lacrime

Una pioggia incessante ha accolto il feretro del 15enne, trovato senza vita il 26 aprile scorso nelle acque del fiume Brenta. Prima il funerale religioso, in forma privata, poi la tumulazione al cimitero maggiore di Padova

Alle 10.30 erano già tantissimi i ragazzi presenti al cimitero maggiore di Padova. Stanno aspettando il feretro di Ahmed Jounal, il quindicenne ritrovato senza vita in fondo al fiume Brenta il 26 aprile scorso. Felpa con cappuccio, tuta, la maggior parte di loro è vestito così. Ci sono anche tante donne ad attenderlo. La giornata è fredda, piove incessantemente. E' trascorsa più di un’ora prima che la bara giungesse all’interno del cimitero. Prima, nella moschea di via Bezzecca, si è celebrata in forma strettamente privata la cerimonia religiosa. Presenti solo i famigliari.

WhatsApp Image 2022-05-06 at 11.17.08-2

Quando sono le 11.50 circa il feretro é giunto all’ingresso del cimitero. L’assessore comunale Francesca Benciolini e l’Imam lo hanno scortato fino a quella che è sembrata una simbolica consegna ad amici e parenti in attesa. Erano le 12 quanto tutti, insieme, hanno iniziato a pregare. Al termine della preghiera il feretro è stato nuovamente posto nell’auto che lo ha portato fino al luogo della sepoltura. Comincia, per chi resta, l’ultimo viaggio di Ahmed. La comunità marocchina intanto si è stretta intorno alla madre del 15enne, distrutta dal dolore.

imam-2

Sullo stesso argomento

Video popolari

Ahmed, in centinaia per l'addio: la comunità marocchina si stringe attorno alla madre in lacrime

PadovaOggi è in caricamento