rotate-mobile
Cronaca

Petardi accatastati con materiali altamente infiammabili: sequestro e denuncia

Il blitz della Guardia di Finanza è avvenuto ieri in un magazzino della zona industriale di Padova. Denunciato un cinese e sequestrati centinaia di fuochi d'artificio che potevano esplodere da un momento all'altro

Sarebbe bastata una scintilla e poteva scapparci una strage. La Guardia di Finanza di Padova si è trovata di fronte martedì 6 dicembre, ad un magazzino di petardi in zona industriale a Padova che poteva diventare un pericolo non solo per gli operatori, ma anche per le aziende circostanti.

I fatti

Sono stati rinvenuti numerosi fuochi d'artificio che, seppur regolari dal punto di vista della fabbricazione e dell'importazione, sono risultati stoccati con altri materiali altamente infiammabili in violazione delle prescrizioni e cautele imposte dalla normativa vigente. I fuochi d'artificio rinvenuti, appartenenti alle categorie "F1" e "F2", come bengala e batterie pirotecniche e la cui vendita è ammessa solo ai maggiorenni per gli "F2" e gli over 14 per gli F1, non potevano essere custoditi con le modalità riscontrate. Dopo una attenta analisi degli ambienti dove i botti erano stati riposti, con il prezioso supporto dei Vigili del fuoco, il rappresentante legale della società controllata, un cittadino cinese, è stato denunciato all'autorità giudiziaria per omissione colposa di cautele o difese contro disastri o infortuni sul lavoro e commercio abusivo di materie esplodenti. 

Controlli

In vista delle feste di Fine Anno, questo tipo di controlli della Finanza, ma anche di tutte le altre forze di Polizia diventeranno ancora più incalzanti. Troppo spesso infatti a causa di petardi mal funzionanti o di dubbia provenienza, si verificano incidenti che lasciano ferite indelebili a chi li accende o si trova nelle immediate vicinanze. I controlli saranno estesi non solo alla zona industriale di Padova, ma anche a tutta la provincia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petardi accatastati con materiali altamente infiammabili: sequestro e denuncia

PadovaOggi è in caricamento