menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padova-Verona senza eccessi: una trentina di tifosi accenna allo scontro ma nessun tafferuglio

Duecentotrenta operatori della polizia di Stato, carabinieri, Guardia di Finanza e polizia locale, oltre ad unità cinofile ed un elicottero della polizia hanno controllato la situazione delle due fazioni

Duecentotrenta operatori della polizia di Stato, carabinieri, Guardia di Finanza e polizia locale, oltre ad unità cinofile ed un elicottero della polizia. Questo l’imponente dispositivo messo in campo dalla questura in occasione della partita Padova-Verona, cui l’Osservatorio della Manifestazione Sportive aveva attribuito “Rischio 3”, ovvero quello immediatamente inferiore al livello massimo, ma sulla quale erano puntati gli occhi del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La task force

Numerosi i punti di osservazione e presidio delle forze di polizia istituiti sia presso le aree di servizio autostradale Limenella Est ed Ovest che lungo gli itinerari urbani percorsi dai 1430 sostenitori scaligeri. Solo una decina di essi hanno utilizzato treni regionali e sono stati scortati dallo scalo ferroviario fino all’Euganeo. All’interno dei bus utilizzati il Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica ha installato decine di telecamere, che hanno scongiurato il verificarsi di danneggiamenti.

Il tentativo di "avvicinamento"

I percorsi utilizzati dalle opposte tifoserie sono stati mantenuti nettamente separati anche durante il deflusso. Vano un flebile tentativo di avvicinarsi al cancello separatore di via Rocco inscenato da una trentina di tifosi padovani prima dell’inizio della gara. Pattuglie della polizia Stradale e personale di Veneto Strade hanno che agevolato l’immissione in tangenziale dei padovani a fine partita. «Lavoravamo da due mesi su questa partita - dice il Questore -. Ringrazio le forze dell’ordine e gli addetti alla sicurezza per lo straordinario impegno profuso che ha scongiurato anche stavolta il verificarsi di criticità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento