Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Altro che videogiochi, i padovani preferiscono i giochi di una volta

A dirlo uno studio promosso da Gingerino condotto su oltre 400 persone tra i 18 e i 60 anni che li preferiscono alle nuove tecnologie perchè più educativi e di aggregazione: nella top ten biliardino e freccette

Basta giocare con smartphone, console e personal computer. Il 69% dei padovani preferisce riempire il proprio tempo libero con i giochi di una volta come biliardino, freccette e carte da gioco.

COME UNA VOLTA. Il gioco, momento caratterizzante della fase della crescita, ricopre un ruolo prioritario nella creazione delle nuove relazioni, nel consolidare quelle esistenti e nell’allenamento della mente anche per gli adulti. Nonostante questo aspetto della vita di ognuno stia subendo una rivoluzione, diventando territorio esclusivo degli ultramoderni svaghi tecnologici 7 padovani su 10 scelgono di divertirsi e rinsaldare i rapporti sociali attraverso i giochi di una volta. Oltre al valore socializzante della pratica dei passatempi tradizionali (84%), moltissimi li prediligono perché rappresentano il modo migliore per conoscere se stessi e gli altri (57%), per stimolare capacità come attenzione, concentrazione e competitività (46%) e maturare globalmente come persone (34%). Sul podio dei giochi di una volta ricordati con più affetto e nostalgia il biliardino (83%), le freccette (69%) e le carte (41%).

GINGERINO TOUR. È quanto risulta da uno studio promosso da Gingerino condotto su oltre 400 padovani, uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 60 anni, realizzato con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, in occasione del Gingerino Mix Tour, che venerdì 26 giugno farà tappa a Padova al Caffè Margherita (dalle 18.00 alle 19.30) e al Caramel Cafe (dalle 19.30 alle 21.00); e sabato 26 al Bar Antille (dalle 18.00 alle 19.30) e al Hendrix Bar (dalle 19.30 alle 21.00). L’iniziativa è stata pensata come una campagna che promuove l’importanza di ritornare a giocare insieme, nei luoghi storici delle proprie città, riscoprendo il valore delle relazioni umane e il piacere del divertirsi condividendo un momento di svago semplice e spensierato.

I GIOCHI. Se al primo posto il biliardino è per distacco il passatempo preferito (83%), sul secondo gradino del podio si piazzano le freccette (69%), mentre la medaglia di bronzo va alle carte da gioco, evergreen senza tempo (41%). Molto apprezzati anche i giochi in scatola, come il Monopoli (36%) e il Subbuteo (33%), e i tipici svaghi da piazza, come il nascondino (28%), la campana (25%) e le biglie (16%).

PIÙ EDUCATIVI. Oltre alla dimensione ludica, esiste infatti anche quella educativa, un tema molto sentito nel Belpaese. Secondo 7 padovani su 10, infatti, i giochi di una volta sarebbero più educativi di quelli moderni, ma per quale ragione? Per l’84% delle persone i giochi tradizionali insegnano a convivere con gli altri e a rispettarli, mentre al giorno d’oggi si tende eccessivamente al gioco solitario e alienante davanti a uno schermo. Una consistente percentuale (78%) ritiene invece che divertirsi per le strade e le piazze allena oltre che il fisico anche il cervello, stimolando abilità quali la capacità di adattamento, la creatività e la competitività. Un ultimo aspetto da tenere in considerazione secondo il 51% dei padovani è la totale assenza di violenza e oscenità nei passatempi di una volta. Ritenuti quindi una leva educativa più forte rispetto ai moderni intrattenimenti dal 69% degli intervistati, per la stragrande maggioranza andrebbero tramandati ai più piccoli in tenera età, mentre per il 51% del campione è importante organizzare e partecipare attivamente a festival magari nelle piazze (87%), centri abitati, bar e locali (75%), sempre più spesso dotati di aree gioco con apposite postazioni, e dalle ludoteche (42%), presenti in sempre più città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro che videogiochi, i padovani preferiscono i giochi di una volta

PadovaOggi è in caricamento