menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tribunale

Tribunale

Bimbo investito in pista motocross Padre indagato "omicidio colposo"

Il figlio fu travolto da una moto durante una gara a Montagnana ma il genitore non potrà costituirsi parte civile perchè accusato di aver portato il bambino nell'area della tragedia, in cui l'accesso non era consentito

Dramma nel dramma per la famiglia del bimbo di sette anni che il 2 giugno 2012 venne travolto da una moto impazzita durante una gara al circuito di motocross di Montagnana, nel Padovano. Come riportano i quotidiani locali, all'udienza preliminare del processo - che vede imputate sette persone con l'accusa di non aver garantito le condizioni di sicurezza che avrebbero evitato la tragedia - al padre del bimbo vicentino, che morì quattro giorni dopo l'incidente, è stato comunicato che non potrà costituirsi parte civile, e questo perchè, da un procedimento aperto parallelamente sull'accaduto, il genitore risulta indagato per omicidio colposo.

L'INCIDENTE Pilota perde il controllo e investe spettatore di sette anni

L' ACCUSA. Secondo quanto riportato dalla stampa locale il padre è accusato per aver portato lui stesso il figlio nel punto del circuito dove si consumò l'incidente: un'area del circuito ad accesso vietato per i non addetti ai lavori, o almeno così avrebbe dovuto essere. Papà e figlioletto si erano avvicinati per seguire la partenza del fratello della piccola vittima che quel giorno doveva gareggiare in pista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento