rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

"Padua Neuroscience Center": un Centro che mette in rete cervello, salute e società

Con l'attivazione di questa nuova realtà, afferma il rettore dell'Università di Padova Rosario Rizzuto: "Vogliamo mettere a sistema e, dove possibile, aumentare ancora l'attività di ricerca e le competenze esistenti nel campo delle neuroscienze"

Proprio una settimana prima l’inizio della settimana del cervello l’Ateneo patavino ha attivato un nuovo Centro di Ateneo di ricerca chiamato "Padua Neuroscience Center (Pnc)" dedicato allo studio dei networks nel cervello, nella salute, e nella società.

NEUROSCIENZE DI SISTEMA. Pnc nasce con il supporto di molti dipartimenti inclusi neuroscienze, scienze biomediche, psicologia generale, psicologia dello sviluppo e socializzazione, ingegneria dell’informazione, fisica, matematica, e salute donna e bambino, e si posiziona strategicamente nel campo delle neuroscienze di sistema (cioè lo studio del cervello integrato), a ponte fra le neuroscienze pre-cliniche cellulari e molecolari, e le scienze psicologiche e mediche dell’Ateneo. La strategia è quella di creare un ponte diretto fra le scienze pre-cliniche e cliniche nel campo delle neuroscienze.

RICERCA. "Con l’attivazione di questo nuovo Centro di Ateneo – afferma il Rettore dell’Università di Padova Rosario Rizzuto – vogliamo mettere a sistema e, dove possibile, aumentare ancora l’attività di ricerca e le competenze esistenti all’interno dell’Università di Padova nel campo delle neuroscienze. Capire i meccanismi che regolano il funzionamento del nostro cervello, dai meccanismi molecolari all’integrazione funzionale nel sistema complesso, è una sfida affascinante nei contenuti e di grande rilevanza per la comprensione e la cura di malattie di forte impatto sociale, come le malattie di Alzheimer e Parkinson.

MULTIDISCIPLINARIETÀ. "Il Centro di Ateneo - sottolinea Rizzuto - integra competenze scientifiche e metodologiche molto diverse presenti nei dipartimenti dell’Ateneo, dalla clinica all’ingegneria, dalla psicologia alla biomedicina, nell’impronta di quella multidisciplinarietà di saperi – e contaminazione di idee – che è punto di forza dell’Università patavina».

CORBETTA. "Il nome antico di Padua richiama la continuità con il passato di questa gloriosa Università proiettato in un futuro in cui il cervello viene studiato non solo con i metodi della biologia, psicologia, e medicina, ma anche con i metodi della matematica, fisica, e ingegneria che sono utilizzati per studiare le stelle, il clima, e il traffico sull’internet",  spiega il professor Maurizio Corbetta, direttore della clinica Neurologica, e direttore del nuovo Centro di Ateneo.  

NETWORK COMPLESSO. Pnc si concentrerà sullo studio del cervello come un network complesso (come facebook o l’internet) la cui attività è plasmata dalle funzioni cognitive e il loro sviluppo nell’età evolutiva, e alterata da patologie neurologiche, psichiatriche e dello sviluppo cognitivo.

SINERGIE. "Visto le competenze in scienze ingegneristiche e fisico-matematico - dice Corbetta - speriamo anche di essere in sinergia con il sistema sanitario regionale e la comunità industriale per risolvere anche problemi pratici, quali il coordinamento di grandi data base su patologie di impatto come l’ictus o la malattia di Alzheimer, e ricerca e sviluppo su prodotti ad alta tecnologia. Pnc deve essere agganciato al territorio di Padova, con la naturale vocazione a competere a livello internazionale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Padua Neuroscience Center": un Centro che mette in rete cervello, salute e società

PadovaOggi è in caricamento