menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco Morandi all’Arcella, è stato sgomberato e sbarrato edificio abbandonato

Nel primo pomeriggio di martedì, una pattuglia della Polizia Locale e una squadra di operai sono intervenuti per sgomberare e sbarrare un edificio abbandonato ai margini dell’area verde, verso i binari della ferrovia per Camposampiero, all’interno del Parco Morandi

Nel primo pomeriggio di martedì, una pattuglia della Polizia Locale e una squadra di operai sono intervenuti per sgomberare e sbarrare un edificio abbandonato ai margini dell’area verde, verso i binari della ferrovia per Camposampiero, all’interno del Parco Morandi. L’intervento è stato effettuato immediatamente dopo la segnalazione, giunta da frequentatori del Parco, di movimenti e bivacchi all’interno dell’edificio di proprietà comunale e disabitato da molto tempo.

L'OPERAZIONE

La pattuglia della Polizia Locale, intervenuta sul posto non ha trovato nessuno nell’immobile e ha dato il via libera agli operai per sbarrare porte e finestre con robuste grate metalliche. Si è evitato così che un bivacco saltuario si potesse trasformare in un luogo permanente di ricovero per sbandati e spacciatori di stupefacenti. “Siamo intervenuti immediatamente dopo aver ricevuto una circostanziata segnalazione- sottolinea l’assessore ai lavori pubblici e manutenzioni Andrea Micalizzi- e abbiamo messo in sicurezza un edificio che poteva diventare un punto di degrado all’interno di un parco frequentato da ragazzi e famiglie e molto apprezzato nel quartiere. La nostra politica è quella di assicurare sicurezza e decoro in tutte le aree pubbliche intervenendo prima che fenomeni di degrado e abbandono possano causare disagio. L’edificio che è patrimonio comunale, è disabitato da tempo: l’idea è quella di un suo recupero, che però viste la condizione generale è piuttosto costoso. Ma la sua ubicazione ai margini del Parco potrebbe permettere un utilizzo per attività in relazione con il Parco stesso. L’importante oggi è che il suo degrado non peggiori e che da possibile risorsa futura non diventi causa di degrado all’interno dell’area verde”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento