menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pastore evangelico riforniva di cocaina la Riviera del Brenta: beccato in flagrante

L'uomo dava gli appuntamenti per gli scambi sempre nello stesso posto, in Zona Industriale: venerdì sera i carabinieri lo hanno colto in flagrante pedinando alcuni clienti

Risultava disoccupato, lui e la sua famiglia usufruivano degli aiuti della Caritas, ma conduceva una vita più che agiata: è finito in manette per spaccio venerdì sera O.O., pastore evangelico 36enne di origini nigeriane, pregiudicato e residente a Padova. 

IL PEDINAMENTO. L’arresto è stato concluso grazie ad un’operazione dei carabinieri di Dolo, che da tempo tenevano sotto controllo il traffico di droga nella Riviera del Brenta. I militari hanno pedinato alcuni clienti che si recavano al luogo dell’appuntamento per la compravendita. Il posto era sempre lo stesso, in Zona Industriale a Padova: il pastore arrivava con la sua auto e in pochi secondi avveniva lo scambio. Questa volta però ad attenderlo c’erano le forze dell’ordine in borghese, che lo hanno bloccato prima che potesse fuggire.

L’ARRESTO. La perquisizione personale e della sua abitazione, ha consentito di trovare tutte le prove necessarie a testimoniare la sua attività: due dosi di cocaina, il materiale per la pestatura del stupefacente, 1.400 euro in contanti, provento dello spaccio. Trasportato in carcere, sarà processato per direttissima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento