menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patenti false, automobilisti con documenti contraffatti in aumento

Nel 2012 gli agenti della polizia locale di Padova hanno registrato 34 casi di conducenti di veicoli con la patente falsificata, mentre nei primi dieci mesi del 2013 ne sono stati già fermati 41. Giro di vite nei controlli

Le più falsificate sembrano essere le patenti di guida nigeriane che, per le loro caratteristiche, si prestano più facilmente alla contraffazione. L'utilizzo di documenti "taroccati" è una pratica in aumento a Padova: nel corso del 2012 gli agenti della polizia locale hanno registrato 34 casi di conducenti di veicoli che, all'atto del controllo, avevano esibito una patente di guida non originale, mentre nei primi dieci mesi del 2013 ne sono stati già fermati 41.

ALLA GUIDA CON PATENTI FALSE. Gli ultimi episodi si sono verificati in via Trieste, dove due automobilisti nigeriani fermati dai vigili per non aver rispettato un senso unico, hanno esibito delle patenti di guida contraffatte. Verificata l'irregolarità dei documenti, gli agenti hanno disposto il fermo amministrativo dei veicoli, che risultavano entrambi intestati ad un terzo nigeriano, mentre per i due automobilisti è scattata la denuncia per guida senza patente e uso di atto falso.

GIRO DI VITE: LE CONTROMISURE. Alla luce del preoccupante dilagare del fenomeno, il comando di polizia locale di Padova sta prendendo le dovute misure di contrasto. Alcune decine di agenti hanno ricevuto una formazione specifica, affinché siano in grado di riconoscere, con maggiore professionalità ed esperienza, i documenti falsi. Inoltre, il comando si è dotato di appositi strumenti scientifici, come la lampada di Wood, la luce radente, la lente d'ingrandimento e il microscopio illuminato, che permettono di verificare più facilmente le contraffazioni. Con tali strumenti, infatti, è possibile osservare la presenza della filigrana e delle micro-scritture previste dalle legge, rilevare la tipologia di stampa, controllare la corrispondenza fronte/retro ed eventuali altre abrasioni o irregolarità. È stata avviata anche una stretta collaborazione con il laboratorio Analisi documentali del comando di Venezia, che già da tempo fornisce ai corpi di polizia le perizie dei documenti contraffatti e la cui attività è riconosciuta dalle varie Procure della Repubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento