Pedrocchi trascurato e senza vigilanza, il Comune smentisce: massima attenzione

Dopo la notizia dello stato di abbandono pubblicata dalla stampa locale interviene il commissario straordinario Paolo De Biagi smentendo quanto riportato e annunciando che a fine aprile inizieranno i nuovi lavori di restauro dello storico caffè

Il caffè Pedrocchi

Il Comune di Padova interviene in merito alla notizia dello stato di abbandano dello stabilimento Pedrocchi apparse sulla stampa locale: "Non è affatto trascurato, né tantomeno mancante di vigilanza - spiega in una nota l'Amministrazione locale -  Peraltro risale a qualche settimana fa un apposito sopralluogo congiunto di tecnici comunali e funzionari della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dal quale è risultato che lo stato di conservazione del prezioso bene è compatibile con l'uso dello stesso senza che siano state rilevati danni gravi all'immobile, ai suoi apparati decorativi e agli arredi".

PEDROCCHINO. "Di proprietà comunale - spiegano - lo stabilimento è un monumento storico di rilevante importanza per la città, molto caro ai cittadini e ai turisti. È per questo motivo che l’amministrazione comunale presta particolare attenzione alla sua manutenzione. Già nel 2015, infatti, si è provveduto a restaurare le facciate del corpetto neogotico del Pedrocchino e al consolidamento strutturale delle guglie, per una spesa complessiva di 75.657 euro".

LAVORI. "Entro la fine mese di aprile - precisano - inizieranno i lavori di restauro delle restanti facciate e dei serramenti e si provvederà ad eseguire anche una manutenzione straordinaria di alcune porte al piano terra. Il costo complessivo di queste opere è di circa 427mila euro".

PIANO NOBILE. "L’Amministrazione - sottolineano - ha inoltre già finanziato gli interventi (66mila euro) anche per il restauro della sala pompeiana e romana i cui lavori inizieranno non appena arriverà l’autorizzazione della competente Soprintendenza  alla quale è stata anche già inviata tutta la documentazione necessaria per l’ulteriore restauro delle sale del Piano Nobile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SALA ROSSINI. "È ora è in fase di redazione il progetto di restauro della Sala Rossini - concludono - al fianco della quale si trova attualmente il Museo del Risorgimento e dell'Età Contemporanea, a dimostrazione della particolare cura che l'Amministrazione riserva all’intero stabilimento. Il museo, che documenta fatti e protagonisti di un secolo e mezzo di storia padovana e nazionale, dalla caduta della Repubblica Veneta (1797) alla promulgazione della Costituzione Italiana il primo gennaio del 1948, è aperto tutto l’anno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Clamoroso, dopo 2 giorni di attività il Gasoline chiude: «Troppi rischi, gettiamo la spugna»

  • Ubriachi, senza mascherina e assembrati in piazza: un 23enne viene arrestato (Il video)

  • Schianto fatale contro un platano: donna muore tra le lamiere della sua auto

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento