Permessi premio per aver denunciato il “caporale". I legali: «Situazioni meritevoli di tutela»

»E’ previsto da una direttiva europea del 2009, determinate situazioni vengono riconosciute come meritevoli di tutela. Non è quindi il decreto Salvini che ha inciso in questo caso perché non va a riconoscere alcuna tutela alle vittime di sfruttamento lavorativo, era già riconosciuta dall’ordinamento»

Sono arrivati poco prima, in quindici, accompagnati dall’avvocato Davide Zagni e da Alberto Ruggin di Più Europa di fronte alla Questura. Gli sta per essere consegnato il permesso di soggiorno premio ottenuto dopo che hanno denunciato una situazione di sfruttamento. Un uomo che si spacciava per mediatore convinceva, promettendo un salario, richiedenti asilo ospiti di varie associazioni della Bassa Padovana, ad andare a lavorare nei campi per diverse aziende agricole delle zona.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

«Mi sono accorto di questa situazione quando sono arrivato dove lavoro, presso l’associazione Tangram e non ho trovato i ragazzi che vi alloggiano. Così ho chiesto cosa fosse successo, li ho aspettati la sera e ci ho parlato. Quando ho capito cosa stava li ho convinti a denunciare il “caporale” che oltre a farli lavorare ininterrottamente per ore, non li ha mai né regolarizzato la loro posizione lavorativo e tanto meno pagati». A quel punto sono intervenuti i carabinieri di Carmignano di Sant’Urbano, sotto il comando del maresciallo Matte Casadidio. Quelle indagini hanno poi fatto emergere la verità».

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L’avvocato Davide Zagni, dopo aver elogiato la stazione dei carabinieri di Carmignano Sant’Urbano, spiega: «I ragazzi sono stati sentiti con ausilio di interpreti della cooperativa e così si è arrivati a questo risultato. Al di là della condanna dell’imputato che speriamo che si riesca a ottenere, è importante il riconoscimento della forma di permesso di soggiorno che viene rilasciato per grave sfruttamento lavorativo. E’ previsto da una direttiva europea del 2009, determinate situazioni vengono riconosciute come meritevoli di tutela».Non è quindi in decreto Salvini che ha inciso in questo caso: «Il decreto Salvini non va a riconoscere alcuna tutela alle vittime di sfruttamento lavorativo perché era già riconosciuta dall’ordinamento».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento