menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sua esibizione

La sua esibizione

Il pianista fuori posto a sorpresa all'ospedale sant'Antonio: regalo dell'azienda Ulss 16

Un'occasione di svago e di sospensione temporanea dai problemi nel nosocomio di Padova. Protagonista il pianista Paolo Zanarella che, per quattro ore dalle 8 a mezzogiorno, si è esibito nella hall

Un’occasione di svago e di sospensione temporanea dai problemi all’ospedale Sant’Antonio dell’azienda Ulss 16 di Padova. Protagonista il pianista Paolo Zanarella che, per quattro ore dalle 8 a mezzogiorno, si è esibito nella hall dell'ospedale patavino. Il "pianista fuori posto", conosciutissimo e apprezzatissimo compositore di musica classica contemporanea e amante dell'improvvisazione, ha allietato i ricoverati, gli utenti degli ambulatori e del centro prelievi, i parenti degli assistiti e tutti i cittadini in transito per prenotazioni, visite, esami.

IL CONCERTO. Un concerto a sorpresa che l'Ulss 16 e il bravissimo pianista hanno voluto regalare, in segno beneaugurale, alle centinaia di persone che venerdì mattina, come ogni mattina, hanno frequentato il polo ospedaliero. Zanarella ha proposto ai presenti un ampio repertorio, dai classici natalizi alle sue composizioni personali: suonando in ospedale, il pianista padovano ha raggiunto un altro luogo, in cui di solito la musica non arriva così come da sua prerogativa. Il suo appellativo “pianista fuori posto” è legato al fatto di uscire dai luoghi tradizionali dove si fa musica, portandola nelle strade di tutta Italia compreso il Canal Grande.
 

INIZIATIVA. Si tratta di un’iniziativa voluta dal direttore generale dell’azienda Ulss 16 di Padova, Domenico Scibetta, per rendere i luoghi di cura, come appunto gli ospedali, sempre “più umani”, capaci di offrire non solo alta professionalità, ma anche attenzione a tutti i bisogni della persona.
“Paolo Zanarella” –afferma – “ha accettato di esibirsi da noi con il suo amato strumento in quello che è l'inizio di un tour che lo porterà a suonare, il prossimo anno, negli altri quattro ospedali dell'Ulss 6 Euganea. A lui va tutto il nostro ringraziamento per aver portato la storia d'amore con il suo pianoforte, un pullulare di emozioni e vibrazioni, in un posto dove la musica solitamente non arriva. Il posto, per noi, più giusto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento