menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il taglio del nastro

Il taglio del nastro

Piazza Napoli, ecco il nuovo mercato agricolo

E' stato inaugurato nella mattinata di mercoledì 14 ottobre, il nuovo mercato agricolo settimanale di Cia in piazza Napoli, quartiere Sacra Famiglia, nei pressi della Fornace Carotta

E' stato inaugurato nella mattinata di mercoledì 14 ottobre, il nuovo mercato agricolo di Cia in piazza Napoli, quartiere Sacra Famiglia, nei pressi della Fornace Carotta. Al momento dell'inaugurazione e del tradizionale taglio del nastro, presenti il presidente di Cia Padova, Roberto Betto, l’assessore al commercio del Comune di Padova, Antonio Bressa e il presidente del Quartiere 5 sud-ovest, Mila Masciadri. «Una soddisfazione vedere che già c'è un ottimo ritorno da parte dei cittadini - afferma Antonio Bressa, Assessore al Commercio - In collaborazione con la CIA abbiamo infatti puntato sulla Sacra Famiglia proprio perché qui mancava la presenza di un mercato rionale e le presenze ci confermano già la bontà della scelta. Ora con il mercato agricolo del mercoledì mattina offriamo un servizio importante ai cittadini e al tempo stesso un'opportunità di lavoro per questi operatori. Ma soprattutto facciamo un passo in più verso una città che mette i propri quartieri al centro e investe al su codici di consumo sani e sostenibili».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Grazie alla loro sola presenza contribuiscono a rivitalizzare un’area intera – ha chiarito il presidente di Cia Padova, Roberto Betto – In tal senso sono un punto di ritrovo e riferimento per la collettività. Qui il consumatore ha l’opportunità di venire a fare la spesa di tipicità certificate e, nel frattempo, scambiare due chiacchiere. Diventano come le antiche agorà, ovvero dei luoghi dove i cittadini possono confrontarsi e scambiarsi le idee». Il nuovo mercato si trova a ridosso del sito dove sorgerà il parco urbano del Basso Isonzo. Si tratta di un polmone verde di oltre 40mila metri quadrati, vocato ad un’agricoltura sostenibile e di qualità. «Lì non verrà più costruito alcunché, in una logica di stop al consumo di suolo». Il presidente Betto ha infine lanciato un appello al fine di valorizzare questa buona pratica: «Invito le famiglie a recarsi al mercatino più vicino per acquistare le varie tipicità. Le imprese agricole hanno bisogno di venire sostenute, nel concreto, dalla cittadinanza: svolgono un servizio essenziale, occorre dare loro la nostra fiducia. Siamo chiamati a favorire l’economia locale, particolarmente bastonata durante la quarantena. Abbiamo una certezza: una volta provati questi prodotti tipici, i clienti non torneranno più indietro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento