menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Faida familiare, riduce il cognato in fin di vita con la mazza da baseball

Un giostraio 46enne di Cittadella è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. Preso dall'ira ha colpito il parente. Durante l'agguato c'era anche il figlio. Alla moglie aveva detto: "Prepara la tomba di tuo fratello"

Lunedì sera di sangue a Tezze sul Brenta (Vicenza), un 46enne di Cittadella si è presentato alla porta del cognato con una mazza da baseball e, dopo una breve discussione, lo ha colpito più volte lasciandolo in fin di vita. Mercoledì la polizia ha arrestato L.F., giostraio residente nel Padovano, gravato da precedenti,  con l'accusa di tentato omicidio. Nei guai anche suo figlio, che avrebbe assistito all'aggressione senza fare nulla. 

La vittima, G.S., 45 anni, residente in via Bressan, lotta tra la vita e la morte all'ospedale San Bortolo di Vicenza. L'uomo è stato trovato steso a terra in una pozza di sangue dalla moglie al suo rientro a casa attorno a mezzanotte. La lite era avvenuta circa due ore prima. 

Il giostraio da tempo provava un forte rancore nei confronti del cognato, alla moglie aveva detto: "Prepara la tomba di tuo fratello". Gli antichi rancori sono venuti a galla esplodendo in uno scoppio d'ira di una violenza inaudita. Ad assistere alla scena anche il figlio del 46enne, che, dopo un iniziale tentativo di calmare il padre, se ne sarebbe stato a guardare mentre massacrava lo zio. Il 22enne, accusato di complicità, avrebbe inoltre aiutato il padre a rubare il cellulare della vittima perchè non chiamasse aiuto. I due verranno ascoltati in questi giorni dagli inquirenti.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento