Cronaca

Picchia la figlia con una racchetta perché va male a scuola: arrestato

La squadra Mobile di Padova ha stretto le manette ai polsi di un cinese di 45 anni. La segnalazione è partita dall'istituto frequentato dalla piccola, di 6 anni. In ospedale le hanno trovato il corpo pieno di lividi

Lesioni aggravate e maltrattamenti nei confronti della figlioletta di 6 anni. La squadra Mobile di Padova, nelle scorse ore, ha arrestato J.L., cittadino di origini cinesi di 40 anni.

LA SEGNALAZIONE DELLA SCUOLA. Tutto nasce dalla segnalazione partita dalla scuola elementare frequentata dalla bambina. Gli insegnanti, verso fine settembre, chiamarono i sanitari del Suem 118, notando che la piccola era pallida e malferma sulle gambe. Accompagnata al pronto soccoso pediatrico, i medici scoprirono il corpicino pieno di ecchimosi e lividi, nonchP una sospetta frattura alla caviglia, per una prognosi di trenta giorni.

PUNITA PER LO SCARSO RENDIMENTO SCOLASTICO. Da questo episodio, è scaturita l'attività d'indagine, coordinata dal pubblico ministero Vartan Giacomelli. Ne è emerso un quadro familiare molto delicato: il papà della bambina l'avrebbe picchiata con una racchetta da badminton (rinvenuta nel corso di una perquisizione domiciliare) per punirla dello scarso rendimento scolastico.

IL PADRE. Il genitore lavora in una cooperativa di via Nuova Zelanda ed ha precedenti, risalenti al 2010, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. La mamma della piccola si trova all'estero. La bambina è stata affidata ad una comunità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la figlia con una racchetta perché va male a scuola: arrestato

PadovaOggi è in caricamento