menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia la moglie incinta davanti al figlio, botte anche al vicino accorso in aiuto: arrestato

Nella notte tra domenica e lunedì, a Padova, i carabinieri hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate R.B., 36 anni, tunisino, pregiudicato

Nella notte tra domenica e lunedì, a Padova, i carabinieri hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate R.B., 36 anni, tunisino, pregiudicato. L'uomo è accusato di avere malmenato la moglie, sua connazionale di 40 anni, incinta e quasi al termine della gravidanza.

BOTTE ALLA MOGLIE INCINTA. Da quanto si apprende, quella di domenica notte è stata l'ennesima di una serie di liti tra i due coniugi. Percosse e umiliazioni psicologiche si sarebbero susseguite per almeno sei mesi. All'origine dei contrasti nel rapporto di coppia, probabilmente, il fatto che la donna, che di mestiere fa la badante e guadagna uno stipendio di circa 600 euro mensili, fosse l'unica fonte di reddito per la famiglia, mentre il marito, nullafacente, pare neppure cercasse un impiego.

MAMMA PICCHIATA DAVANTI AL FIGLIOLETTO. Ad assistere questi accesi, e spesso violenti, diverbi tra le mura domestiche, il figlio quattordicenne della donna, avuto da una precedente relazione con un altro uomo. Il ragazzino avrebbe infatti assistito alle percosse inflitte alla madre incinta.

PESTATO ANCHE IL VICINO. Domenica notte, la donna ha chiesto l'aiuto di un vicino, un italiano di 69 anni, intervenuto per difenderla e anche lui, a sua volta, aggredito dal marito della vittima, riportando lievi lesioni.  All'arrivo dei carabinieri, R.B. è stato fermato e arrestato. La moglie è stata invece accompagnata in ospedale, dove è stata trattenuta in osservazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento