Cronaca Piombino Dese

Operai cinesi stipati nello scantinato trasformato in dormitorio abusivo

In totale sono risultati 27 i lavoratori di origine cinese impiegati all'interno delle attività, tutti regolari

Operai cinesi stipati in uno scantinato e in un garage trasformati in dormitorio abusivo. Li hanno scoperti la Polizia Locale della Federazione che questa settimana hanno eseguito una fitta serie di controlli finalizzati al contrasto del lavoro nero, della contraffazione e dell'immigrazione clandestina. 

Piombino Dese

Sono stati controllati diversi ambienti di lavoro e pubblici esercizi , tutti gestiti da cittadini cinesi. In particolare nella zona industriale di Piombino Dese, le pattuglie della 3^ Unità Operativa – Sicurezza Urbana, hanno controllato un capannone trovando al lavoro una quindicina di operai. Durante i controlli gli agenti si sono accorti che gli operai per recuperare i documenti si spostavano in una villetta confinante. Qui hanno scoperto che i locali dello scantinato ed il garage della villetta erano stati trasformati abusivamente in un dormitorio. Gli ambienti erano stati suddivisi in varie piccole stanzette, alcune prive di finestre per l'illuminazione naturale ed il ricambio dell'aria, altre di dimensioni ridottissime tali da contenere solo un letto ed un comodino, e qui dormivano una decina di cittadini cinesi, tutti in regola con il permesso di soggiorno, uomini e donne di varia età che lavorano come operai nel capannone di fianco. La Polizia Locale ha sanzionato la conduttrice dell'immobile, anche lei una cittadina cinese. Poi, viste le gravi condizioni igienico sanitarie del dormitorio abusivo, sporco e maleodorante, valuterà se richiedere al Comune lo sgombero dei locali. 

Borgoricco

Analoga situazione anche in un laboratorio in via Desman, a Borgoricco, sempre di proprietà di una ditta cinese di confezionamento abbigliamento. In questo caso una quindicina di operai sono stati trovati alle loro postazioni di lavoro, intenti a cucire e tagliare. Altri invece erano in un piccolo dormitorio - abusivo- allestito all'ingresso de capannone, comprensivo anche di un locale cucina, oppure stipati in alcune camere di un appartamento situato al piano superiore, suddivise all'interno da pareti di cartone in modo tale da ospitare anche cinque persone per camera, compresi dei minori, ai limiti delle normali condizioni di igiene e con impianti elettrici e sanitari fatiscenti.

Lavoratori

In totale sono risultati così 27 i lavoratori di origine cinese impiegati all'interno dell'attività, tutti regolari.  Anche in questo caso sono scattate le sanzioni previste dal nuovo regolamento di Polizia Urbana della Federazione. L'uso abitativo di locali non idonei e destinati ad altra funzione come magazzini, garage e laboratori, è infatti punito con una sanzione di 500 euro e l'obbligo di ripristinare l'uso originario dei locali abusivamente occupati entro 48 ore, pena una ulteriore sanzione di 500 euro. E' prevista, in caso di ulteriore inadempienza, la possibilità di ripristinare i locali con una ordinanza del Sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai cinesi stipati nello scantinato trasformato in dormitorio abusivo
PadovaOggi è in caricamento