menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Zanzotto oggi in videoconferenza con il caffè Pedrocchi di Padova

Andrea Zanzotto oggi in videoconferenza con il caffè Pedrocchi di Padova

Il poeta Zanzotto al Pedrocchi per festeggiare i suoi 90 anni

Oggi Padova ha reso omaggio al poeta trevigiano nel giorno del suo 90esimo compleanno. Nell'occasione è stato presentato il volume "Nessun consuntivo", incentrato sull'opera di Zanzotto, nel pomeriggio gli è stato conferito il "Leone del Veneto", la massima onorificenza della Regione

"Il regalo non lo facciamo noi, ma lo fa Andrea a noi: ha scelto Padova per festeggiare i suoi 90 anni”, ha esordito il sindaco Flavio Zanonato introducendo l'evento di questa mattina nella sala Rossini al caffè Pedrocchi in cui è stato festeggiato il 90esimo compleanno del poeta trevigiano Andrea Zanzotto, collegato in videoconferenza dalla sua casa di Pieve di Soligo.

L'OMAGGIO DI PADOVA. “Ha un legame fortissimo con Padova – ha ricordato Zanonato - dove ha svolto i suoi studi universitari, dove ha mantenuto assidui legami collaborando con maestri ed amici come Luccini, Zancanaro, Valeri, Folena e tanti altri. E Padova, cinque anni fa, in occasione del suo 85esimo compleanno, gli ha conferito la cittadinanza onoraria ritenendolo, per unanime consenso non solo in Italia ma in tutto il mondo, uno dei più grandi poeti e critici del nostro tempo”.

IL LIBRO. “Zanzotto: nessun consuntivo” è il titolo del volume curato da Carlo Ossola - il filologo e critico letterario che si è impegnato di presentare il volume entro l'anno anche al centro studi di Parigi - ed edito da Antigaedizioni. Contiene una scelta di testi poetici, foto e immagini di Pieve di Soligo e dell'ambiente collinare che lo circonda, e ancora foto che colgono il poeta, quasi di sfuggita, insieme a personaggi della cultura italiana: Fellini, Parisi, Montale.

IL MESSAGGIO DI NAPOLITANO. La pubblicazione si apre con la presentazione del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E tra le righe si legge: "...La ringrazio per questa severità appassionata dei suoi messaggi così come per la vicinanza alla gente del suo Veneto... Continui così caro Zanzotto, a farci sentire questa sua limpida voce".

L'OMAGGIO DI CORTINA. A conclusione del pubblico omaggio del mattino, un regalo “a sorpresa”: il sindaco di Santo Stefano di Cadore Alessandra Buzzo ha consegnato nella mani della moglie del poeta Marisa Michiel (presente insieme al figlio Giovanni) i doni della comunità cadorina al loro concittadino onorario, una foto d'epoca di Santo Stefano di Cadore innevata e una riproduzione del dipinto realizzato dal padre del poeta nell'abside della chiesa di Costafissoio, negli anni in cui, perseguitato politico dal regime fascista e privato del suo impiego di insegnante, trovò lavoro e ospitalità insieme alla moglie malata e ai cinque figli.

IL LEONE DEL VENETO. Nel pomeriggio, nella sua casa di Pieve di Soligo, il poeta ha ricevuto da parte del presidente dei consiglio regionale Clodovaldo Ruffato il "Leone del Veneto", la massima onorificenza della Regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento