menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione di protesta della Lega davanti all'hotel Paradiso

Lo striscione di protesta della Lega davanti all'hotel Paradiso

Proteste davanti all'hotel Paradiso che ospiterà 60 profughi a Noventa

Uno striscione di protesta, con la scritta "Sindaco, i clandestini portali a casa tua", è comparso sabato mattina, all'indomani dalla decisione del prefetto di Padova. Lega: "Una vergogna, bomba pronta ad esplodere"

La notizia dell'arrivo di una sessantina di profughi, dall'ex caserma Prandina all'hotel Paradiso, ha scatenato un putiferio a Noventa Padovana. All'indomani dalla decisione del prefetto di Padova Patrizia Impresa, gli esponenti locali della Lega Nord, in primis il consigliere comunale del Carroccio Marcello Bano, si sono presentati davanti all'albergo con uno striscione di protesta e la scritta: "Sindaco, i clandestini portali a casa tua".

IL GESTORE DELL'HOTEL. "Sono andato a parlare con il gestore dell'albergo - spiega Bano - mi ha detto che, il prossimo 10 ottobre, dovrà saldare 59.960 euro di mutuo e che, da adesso fino ad aprile, la struttura rimarrà chiusa. Inoltre c'è da pagare l'Imu, la Tasi. Mi ha fatto capire - continua - che in una situazione diversa non avrebbe mai accettato di ospitare richiedenti asilo nel suo hotel. Ma questo io lo chiamo 'business' dell'accoglienza, e non deve mettere a repentaglio la sicurezza degli altri cittadini".

"PROMESSA DEL SINDACO SMENTITA". "Il sindaco Alessandro Bisato aveva promesso in consiglio comunale, alla presenza di 200 persone, che, qui a Noventa non sarebbero arrivati profughi - continua Bano - passa una settimana e ci viene comunicato che ne arriveranno sessanta. E il numero potrebbe aumentare - prosegue - perché la struttura può arrivare ad ospitarne di più ed è a disposizione della Prefettura, inoltre lo stesso titolare gestisce anche una seconda struttura a Stra. Bisato ha accusato Bitonci, ma è stato lui a parlare a Patrizia Impresa e a dire che Noventa è una città accogliente e favorevole alla micro-accoglienza, altrove, il prefetto si guarda bene dal portare profughi".

"PICCHETTO DAVANTI ALL'HOTEL". In attesa dell'arrivo dei migranti a Noventa, la Lega Nord si prepara a "combattere": "È una bomba ad orologeria - dichiara Bano - ho sentito anche il sindaco di Padova Massimo Bitonci, organizzeremo un picchetto dal 6 all'8 novembre davanti all'hotel, e forse ci sarà anche lui".

RESIDENTI PREOCCUPATI. L'aria è tesa anche tra i residenti, che temono l'arrivo di migranti in una zona già frequentata da un gran numero di stranieri e più volte citata per espisodi di spaccio e microcriminalità. "C'è il problema della sicurezza, innanzitutto, ma anche quella della svalutazione degli immobili in un quartiere già degradato - conclude Bano - abbiamo incontrato diversi cittadini e la preoccupazione è tanta, qui la gente ci vive".

IL SINDACO DI NOVENTA. Dal canto suo, il sindaco Alessandro Bisato promette controlli e vigilanza costanti per tutelare la sicurezza dei suoi concittadini. E declina ogni responsabilità su quanto accaduto nel territorio da lui amministrato: "Il fronte del 'no', animato dal sindaco di Padova Massimo Bitonci - aveva tenuto sottolineare appena ricevuta la comunicazione dal Prefetto - ha demolito l'accordo che avrebbe consentito di condividere tra i 104 enti locali provinciali, equamente e senza criticità, l'accoglienza dei migranti. I sindaci del 'no' e quelli 'fermi alla finestra' hanno cancellato l'unica possibilità di decidere, l'unica possibilità di gestire l'emergenza piuttosto che subirla".

BITONCI. Attacco cui il sindaco leghista di Padova non ha tardato a replicare: "Se a Noventa arrivano 60 clandestini, la colpa non è del sindaco di Padova, che per mesi ne ha avuti 500, all'interno del centro storico, in una tendopoli - scrive sulla sua pagina Facebook - Bisatto ora scopre, a caro prezzo, cosa significa fare parte della scalcinata alleanza che governa il paese. Chi sosteneva la micro accoglienza si faccia carico della micro accoglienza e non accusi gli altri. Invece di incolpare gli altri, Bisatto incolpi se stesso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento