menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto della pagina Facebook Pokemo-go Padova

La foto della pagina Facebook Pokemo-go Padova

In scooter a caccia di Pokemon, senza patente e smartphone alla mano: multato

Guida con il cellulare, senza patente e senza revisione. "Stavamo giocando ai pokemon", hanno risposto due giovani fermati in sella ad un cinquantino dai carabinieri a Padova

Sta diventando una vera e propria mania, anche a Padova, tant'è che, digitando su Facebook le parole chiave "Pokemon go Padova", è già disponibile una lunga serie di gruppi a cui iscriversi per rimanere costantemente aggiornati sul gioco del momento. Tutti pazzi, insomma, per questo nuovo videogioco, che sta facendo boom di utenti, tenendoli incollati giorno e notte. E proprio nelle ore più improbabili, alle prime luci dell'alba, si sono messi in moto due giovani cacciatori: in sella ad un cinquantino, smartphone alla mano (anche il conducente).

A CACCIA DI POKEMON: MULTATI. "Stavamo cercando i pokemon". Fermati in via Milazzo, i due ventenni hanno risposto così ai carabinieri di Prato della Valle, che hanno contestato allo scooterista la guida con il cellulare, violazione punita dal codice della strada, e la guida sul marciapiede. La risposta, quantomeno sincera, non ha evidentemente risparmiato al giovane, M.F., 20 anni, padovano, il dovuto verbale. Tra l'altro, alla richiesta di esibire i documenti, il conducente del motorino è risultato senza patentino al seguito e il mezzo, a sua volta, non revisionato. L'"avventura" dei due giovani cacciatori è finita anche in rete, e, fra gli appassionati di "Pokemon go", c'è chi persino li definisce "eroi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento