Cronaca

I numeri della Polstrada: meno incidenti, ma non calano le vittime. Ritirate 500 patenti

La polizia stradale rende noto il bilancio delle attività per l'anno 2019. Tra i numeri di rilievo quasi 20mila infrazioni al Codice della strada, 6mila multe per eccesso di velocità e 533 patenti ritirate

Migliaia di pattugliamenti e sanzioni, incidenti in calo ma costanti per numero di vittime. Controlli contro l'abuso di alcol e droghe e sui mezzi pesanti, oltre a numerose campagne informative per tutte le età. Sono i dati ufficiali sulle attività della Polstrada padovana relativi al 2019.

Incidenti stradali e abuso di alcol e droghe

Il totale degli incidenti rilevati dalla stradale è di 498, il 10,6% in meno rispetto all'anno precedente. Aumentano i feriti  (+28%) e resta invariato il numero di incidenti mortali (11, con 12 vittime). Ventitré i posti di blocco organizzati in cui sono stati controllati 2.474 automobilisti; 369 sono risultati positivi all'alcoltest e 32 agli stupefacenti. I più virtuosi sono quelli di età compresa tra 18 e 22 anni, maglia nera agli over32, mentre i maschi sono il triplo delle femmine.

Autotrasporto

Controlli stringenti anche nel campo dei trasporti professionali, sia di merci che di persone. Cinquecento i veicoli pesanti fermati, di cui 66 stranieri, e 386 multe elevate con il ritiro di quattro patenti. Sono invece ben 816 le infrazioni legate al cronotachigrafo che registra tempi di guida e riposo . Occhi puntati anche su autobus e corriere, con 175 controlli e 34 infrazioni.

Informazione ed educazione stradale

Parte fondamentale del lavoro della Polstrada è diffondere la cultura della sicurezza, cosa che avviene attraverso numerose campagne a cui hanno partecipato quasi 4mila studenti di ogni età. Tra queste "Icaro" in collaborazione con l'università La Sapienza, il progetto "Chirone" per gli agenti che devono gestire eventi traumatici come gli incidenti, le "Gite scolastiche in sicurezza" e quella rivolta alla Croce Rossa di Padova.

Numeri e operazioni ad alto impatto

Grande attenzione è dedicata alle giornate di maggior traffico, quelle da "bollino" rosso e nero durante l'estate e le vacanze. Nel 2019 quattro volte al mese sono state anche organizzati servizi specifici su singole materie della viabilità come l'uso delle cinture, le assicurazioni, i trasporti speciali, l'uso di telefoni e autoradio e l'efficienza degli pneumatici. In totale sono state accertata 19.394 infrazioni al Codice della strada, ritirate 533 patenti e 2020 carte di circolazione oltre che decurtati 19.476 punti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I numeri della Polstrada: meno incidenti, ma non calano le vittime. Ritirate 500 patenti

PadovaOggi è in caricamento