menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Poste Italiane: indetto sciopero per venerdì 4 novembre con presidi in tutto il Paese

I lavoratori postali incroceranno le braccia contro la privatizzazione dell'azienda. Dal Veneto in partenza sei pullman per la manifestazione a Roma. Corteo anche a Mestre

A fronte del processo di privatizzazione condotto dal Governo che sta investendo Poste Italiane, le organizzazioni sindacali di categoria hanno indetto per il prossimo 4 novembre uno sciopero generale con presidi e manifestazioni in tutta Italia. 

LE RIVENDICAZIONI. Oltre a chiedere il mantenimento dell'azienda a maggioranza pubblica, i sindacati rivendicano gli investimenti previsti dal piano industriale, un miglioramento del servizio di recapito postale  quotidiano (e non a giorni alterni) e una valorizzazione dei dipendenti attualmente trattati come semplici venditori alla rincorsa dell'obiettivo di budget, e non come personale a servizio del cliente.

IN VENETO. Nella regione sono 10mila i lavoratori dipendenti di Poste Italiane. Per la manifestazione prevista a Roma il 4 novembre partiranno dal Veneto sei pullman da Mestre, Belluno Treviso, Vicenza e Verona. Nella stessa giornata a Mestre ci sarà un corteo unitario che partirà dalla stazione ferroviaria, passerà per Via cappuccina, via Gobbi e via Torino per arrivare infine al Palazzo delle Poste dove ci sarà un comizio dei Segretari regionali di categoria di Cisl, Cgil, Ugl e Confsal. Sui contenuti dello sciopero e per organizzare la partecipazione dei postali veneti il Consiglio Generale della Slp Cisl si riunirà giovedì 20 ottobre alle ore 17.00 presso il Castello di Stigliano (Santa Maria di Sala, VE).

IL SEGRETARIO CIRINO. “Va al lavoro quotidiano dei lavoratori e delle lavoratrici il merito di aver reso Poste Italiane un'azienda con floridi bilanci e riconosciuta come un'eccellenza in molti settori – incalza Antonio Cirino Slp Veneto – per questo è loro diritto chiedere al Governo che l'azienda non venga totalmente privatizzata e che si utilizzino gli utili di bilancio per migliorare servizi e condizioni di lavoro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento