rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca

Pioggia di encomi per la polizia: ecco tutti i nomi dei premiati

Sono stati consegnati nella mattinata di lunedì 4 ottobre i riconoscimenti per coloro che si sono distinti nel loro lavoro all'interno della polizia di stato

Come da tradizione in prossimità del patrono della polizia di Stato san Michele Arcangelo sono stati premiati alcuni appartenenti all’istituzione che si sono distinti. A consegnare i premi nella mattinata di lunedì 4 ottobre sono stati il prefetto Raffaele Grassi, il procuratore capo di Padova Antonino Cappelleri, il questore Isabella Fusiello e l’assessore cittadino alla Sicurezza Diego Bonavina. Si tratta di riconoscimenti attribuiti dal capo della polizia.

I premiati

Fanno parte della Squadra mobile l’assistente capo coordinatore Andrea Di Claudio che ha ricevuto un encomio solenne, l’agente scelto Paolo Vitaliti (per lui un encomio) e l’agente Valeria Cappilli (encomio anche per lei): si sono distinti per aver disarticolato una banda di criminali dediti al traffico di droga con il sequestro di 61 chili di eroina e 167 mila euro in contanti. Premiati della Squadra mobile anche il sostituto commissario coordinatore Giuliano Basso (encomio), l’assistente capo Umberto Rotondi (encomio), il sovrintendente capo Dario Filaretti (lode), l’assistente capo Giuseppe Damiano (lode), l’assistente Giancarlo Marra (lode) e l’agente Federico Perna (lode) che hanno collaborato per l’arresto di cinque rapinatori di gioiellerie. Lode per gli appartenenti alla Digos, i sovrintendenti Gianni Cesaro, Stefano Romanato, Manuele Salvalaio che si sono occupati di sfruttamento del lavoro. Lode anche per il commissario Fabio Schiavon dell’ufficio personale che nel 2017 a Imperia ha coordinato un’attività di polizia giudiziaria conclusasi con l’arresto di due persone che avevano scippato una donna. Della squadra cinofili hanno ricevuto la lode l’assistente capo Nicola Marcon e l’assistente Giampiero Comin che hanno salvato una persona intenzionata a suicidarsi. Sono della polizia scientifica il sovrintende capo Daniela Di Salvio (encomio), il sovrintendente capo Loris Scapolo (Encomio) e l’assistente capo Filippo Mabea (lode) premiati per la capacità professionale con cui hanno gestito le indagini di un incidente nel quale hanno perso la vita 16 cittadini ungheresi, che viaggiavano a bordo di un pullman. Per il compartimento della polizia stradale hanno ricevuto un encomio il sovrintendente capo Vittorino Pavia, il vice sovrintendente Samanta Flauto, il vice sovrintendente Sandro Sisto e l’assistente capo Marco Graziosi. Lode per il vicario del questore Domenico Farinacci (in foto) che nel 2017 ha diretto un’indagine che ha permesso di disarticolare un’organizzazione criminale interregionale dedita alle truffe agli anziani. Il capo della Squadra mobile Carlo Pagano ha ricevuto un encomio per la direzione dell’indagine che ha smontato una banda di trafficanti di droga, una lode per aver fermato una donna dedita allo sfruttamento della prostituzione minorile e un’altra lode per aver catturato un omicida. È stato consegnato un riconoscimento anche ad alcuni colleghi che hanno lasciato la polizia: il sostituto commissario coordinatore Marco Maglioccola, il sostituto commissario Andrea Scarabel e il sovrintendente capo coordinatore Iginio Vanzini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioggia di encomi per la polizia: ecco tutti i nomi dei premiati

PadovaOggi è in caricamento