menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri premiati

I carabinieri premiati

Il generale Cavaliere premia i carabinieri più meritevoli del 2010

Le brillanti azioni realizzate negli ultimi giorni hanno fruttato un riconoscimento ai carabinieri impegnati a risolvere i casi di tentato omicidio fra albanesi e spaccio di 120 chili di marijuana

È stato il generale di brigata Sabino Cavaliere a congratularsi direttamente con i carabinieri, che in meno di 24 ore sono riusciti a scovare e arrestare l’albanese autore di un’efferata azione a mano armata nei confronti di due suoi connazionali nel condominio di via Vittorio Veneto alla Paltana.

Parole di soddisfazione sono poi arrivate per il comandante della Compagnia di Cittadella e del Norm, insieme a 8 militari addetti all’Aliquota operativa. Tutti uomini che hanno operato a Desenzano del Garda, Salò e Cittadella fermando tre spacciatori con 120 chili di marijuana, pistole, munizioni, giubbetti antiproiettile e contanti fino a 120 mila euro.

Guarda il video della sparatoria alla Paltana

GLI ENCOMI. Con l’occasione, però, il generale Cavaliere ha consegnato pure 5 encomi ai carabinieri del Norm di Abano Terme, responsabili di un’operazione conclusa positivamente il 27 maggio 2010. Tra i premiati figurano il luogotenente Luigi Troiano, comandante dell’Aliquota radiomobile, i marescialli Alberto Pirrone e Andrea Cannizzo, addetti all’Aliquota operativa.

Questa la motivazione del riconoscimento ai rappresentanti delle forze dell’ordine che “con professionalità, acume investigativo e grande determinazione, avviavano immediate e meticolose indagini, a seguito di rapina in danno di agenzia di credito, che portavano all’arresto dei tre responsabili e al recupero dell’intera refurtiva”.

Un premio è stato assegnato infine al vice brigadiere Roberto Migliorin e all’appuntato Gian Luca Angelini in quanto “con ferma determinazione e professionalità, non esitavano, ad affrontare tre malviventi sorpresi in flagranza di rapina in danno di istituto di credito, riuscendo a trarne in arresto due”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento