menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intasca i soldi per corsi sportivi della scuola mai svolti, preside patteggia 22 mesi

L' ex dirigente dell'istituto comprensivo si appropriò di 58 mila euro. Il denaro era stato erogato dal Comune di Cittadella

Ha patteggiato un anno e 10 mesi con la sospensione condizionale della pena, chiudendo così il conto con la giustizia l'ex dirigente dell'istituto comprensivo "Pierobon" di Cittadella, accusata di malversazione ai danni dello Stato, abuso d'ufficio e falso materiale in atti pubblici. Come riporta il mattino di Padova, udienza rinviata a gennaio per il figlio, chiamato a rispondere del concorso negli stessi reati. Secondo quanto emerso dall'indagine la dirigente si sarebbe appropriata di 58 mila euro «di cui 42.760 euro attraverso prelievi di contanti, effettuati dal conto corrente dell'Associazione Promosport (presieduta dal figlio) e non destinati allo svolgimento di attività ginnico-sportive, e 16 mila utilizzati per spese di carattere esclusivamente personale... l'acquisto di un divano, di una lavastoviglie, di un'automobile, la tinteggiatura dell'abitazione e il pagamento di polizze assicurative».

I SOLDI.

Promosport aveva ricevuto 140 mila euro di contributi erogati dal Comune. L'obiettivo? Organizzare corsi di psicomotricità e attività motorie per bambini nelle scuole cittadellesi, tra le quali la scuola "Pierobon" affidata alla preside-mamma che risultava amministratrice di fatto di Promosport, ma anche al vertice dell'istituto e coordinatrice dei corsi organizzati dal figlio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento