menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Attività antisindacale": presindente Provincia Enoch Soranzo assolto dal Giudice del Lavoro

Il Tribunale ha respinto il ricorso presentato dai sindacati per "condotta antisindacale"

Il giudice del lavoro di Padova ha rigettato il ricorso per "attività antisindacale" presentato lo scorso novembre dalle organizzazioni sindacali Cgil, Uil e Usb contro il presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo.

RICORSO RIGETTATO. Secondo le rappresentanze sindacali ricorrenti, l’Amministrazione non avrebbe avviato una trattativa per la discussione dei criteri utili ad assegnare le posizioni organizzative o altre decisioni che interessano i lavoratori. Una lettura che il Tribunale ha ora rigettato dando ragione all’operato portato avanti dal presidente Soranzo e alla necessità di attendere una proposta condivisa dalle organizzazioni territoriali e dalle Rsu.

SORANZO. "Sono soddisfatto della sentenza - ha detto Soranzo - non solo perché dà ragione alle modalità di lavoro con cui abbiamo operato in questi due anni, ma perché certifica che sia personalmente, sia come amministrazione abbiamo sempre dimostrato il massimo rispetto verso i dipendenti e verso i sindacati, nessuno escluso. Siamo entrati in Provincia in punta di piedi, con la ferma determinazione di traghettare l’ente verso le sfide che la riforma Del Rio aveva aperto. Ho accettato in silenzio la decisione presa da alcune sigle di rivolgersi al giudice perché ero sereno e convinto del mio operato. Sono sorpreso inoltre per le modalità di quanto avvenuto poiché, nel 2016, sono stati numerosi gli incontri organizzati tra l’Amministrazione provinciale e le parti sindacali. Sono convinto che tutto questo si sarebbe potuto benissimo evitare soltanto ricevendo una proposta condivisa dalle Rsu e dalle organizzazioni territoriali, che ci avrebbe così dato modo di avviare una trattativa".

IN TRIBUNALE. La scelta di far ricorso al giudice per comportamento antisindacale è stata portata avanti da Cgil, Uil e Usb, ma non da Cisl - Funzione pubblica. In sede di giudizio, per la Provincia erano presenti il segretario generale Stefania Malparte e l’avvocato Paolo Voci.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento