rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Legnaro

La mensa è un diritto: gli studenti dicono "No" alla privatizzazione dell'Agripolis

Mercoledì, hanno dato vita ad un presidio sotto la sede dell'Esu di Padova. Hanno ottenuto un incontro con il commissario straordinario ma si dicono pronti a bussare alla porta della Regione:"Portando la ferma richiesta di mantenere la gestione pubblica"

"Dopo aver impedito la chiusura della Mensa San Francesco con la nostra mobilitazione estiva e autunnale, abbiamo rilanciato con forza la nostra battaglia per vedere garantito il servizio pubblico alla mensa per tutti gli studenti universitari" a parlare sono gli studenti di Udu Padova che mercoledì hanno dato vita ad un presidio sotto la sede dell'Esu.

GARA D'APPALTO.

"Abbiamo ottenuto un incontro con il Commissario Straordinario dell’Esu, in programma giovedì, per affermare la nostra assoluta contrarietà alla privatizzazione del servizio della Mensa Agripolis, chiedendo alla Regione di fare marcia indietro", spiegano. La protesta nasce dal fatto che la giunta regionale, con la delibera 785 del 29 maggio 2017, ha dato mandato al Commissario Straordinario dell’Esu di Padova di avviare il procedimento per una gara d’appalto sulla fornitura dei servizi di ristorazione alla Mensa Agripolis; servizio al momento in gestione alla società pubblica partecipata “Esu gestione e servizi srl”, al 100% di proprietà dello stesso Esu.

SERVIZI PUBBLICI.

"La delibera della giunta dà potere al Commissario di sciogliere la società partecipata di gestione, scioglimento a cui conseguirà l’apertura di una gara d’appalto e dunque l’entrata di un privato nella gestione del servizio. - sottolineano gli studenti - La Regione in questo modo maschera un intento politico preciso, giustificando questa scelta come mera applicazione del decreto legislativo 175/2016, il quale obbliga gli enti pubblici a sciogliere tutte le proprie società a partecipazione maggioritaria che non gestiscono servizi direttamente attinenti alla funzione dell’ente. La ristorazione universitaria è però un servizio di competenza dell’Esu e rientra nel diritto allo studio, quindi non si spiega un’applicazione così errata e distorta della legge se non per nascondere una scelta politica di privatizzazione del servizio. Come Udu ci opponiamo con forza alla privatizzazione del servizio e alla svalutazione delle risorse pubbliche, rivendicando il valore della gestione pubblica dei servizi di ristorazione universitaria. Vogliamo che sia garantita la natura pubblica dei servizi per il diritto allo studio anche tramite la gestione diretta della Mensa Agripolis.  Chiederemo ora un incontro all’assessore regionale Elena Donazzan: ribadiremo l’importanza e il valore di questo servizio, portando la ferma richiesta di sospendere ogni atto volto alla privatizzazione dello stesso e di mantenerne la gestione pubblica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mensa è un diritto: gli studenti dicono "No" alla privatizzazione dell'Agripolis

PadovaOggi è in caricamento