menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro (foto: Facebook)

L'incontro (foto: Facebook)

Privatizzazione della mensa Agripolis, gli studenti incontrano il commissario Esu

"Il nostro primo obiettivo rimane impedire la privatizzazione e non abbiamo intenzione di fermarci", spiegano i rappresentanti di Udu Padova pronti ad una lunga battaglia

Dopo il presidio della scorsa settimana sotto la sede dell’Esu di Padova in via San Francesco e contemporaneamente nella Mensa Agripolis gli studenti di Udu Padova hanno incontrato il Commissario Straordinario Giuseppe Agostini al quale sono state presentate le istanze della rivendicazione sulla privatizzazione della gestione della Mensa Agripolis. Gli studenti hanno rimarcato come "questa scelta della politica regionale sia per noi assolutamente inaccettabile".

LUNGA BATTAGLIA.

"La nostra ferma presa di posizione ci condurrà ad una lunga battaglia, - spiegano - nella quale cercheremo in ogni modo di smascherare ogni “finta” giustificazione tecnica della Regione. Spingeremo la Regione a prendersi le sue responsabilità politiche e a rivedere la propria scelta di fronte all’insussistenza di alcuna necessità di toccare questo servizio pubblico. Il Commissario da parte sua ha comunque dato garanzie in caso di riuscita della privatizzazione: si sta adoperando affinché il passaggio di gestione non comporti nessun licenziamento dei lavoratori della mensa, affinché sia lasciato ampio potere di vigilanza all’università sulla qualità del servizio. Il nostro primo obiettivo rimane impedire la privatizzazione e non abbiamo intenzione di fermarci".

BORSE PER GLI STUDENTI.

"Abbiamo inoltre esposto al Commissario il problema delle borse per gli studenti del primo anno extra UE. - sottolineano - Infatti a meno di uno su cinque di questi studenti è stata assegnata la Borsa di Studio Regionale in prima assegnazione e i soldi per queste borse di studio in prima assegnazione corrispondono a meno del 1% dei fondi stanziati per la totalità della prima tornata di borse di studio. Questa situazione ci pare vergognosa dato il numero esiguo di questi studenti e facilmente risolvibile con un maggiore sforzo di Università e Esu. Il Commissario da parte sua ha detto che cercherà di capire il motivo di così poche assegnazioni e si è detto disposto a cercare di risolvere questa situazione"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento