La Procura chiede due anni per i genitori di Eleonora Bottaro: «La chemioterapia poteva guarirla»

Secondo la Procura sarebbe stato impedito alla ragazza di essere liberamente informata e di fare le proprie scelte in maniera consapevole e libera. Eleonora è morta due settimane dopo aver compiuto 18 anni, il 29 agosto del 2016

Due anni di pena, questa la richiesta della procura di Padova  per i genitori di Eleonora Bottaro. La 18enne di Bagnoli di Sopra è venuta a mancare nell’agosto del 2016 per aver rifiutato la chemioterapia. Lino e Rita, i genitori sono quindi imputati per omicidio colposo aggravato vista la prevedibilità dell’evento.

Cure

La giovane Eleonora Bottaro tra la fine del 2015 e il 2016 si ammala di leucemia. Al tempo la ragazza è ancora minorenne. A 17 anni ha buone chance di sopravvivere secondo i medici. La decisione di non curarsi con i metodi tradizionali affidandosi soltanto ai genitori che credevano invece nel metodo Hamer, che prevede la cura del cancro con vitamine e psicoterapia, l'ha condotta alla morte.

Procura

Secondo la Procura sarebbe stato impedito alla ragazza di essere liberamente informata e di fare le proprie scelte in maniera consapevole e libera. Eleonora è morta due settimane dopo aver compiuto 18 anni, il 29 agosto del 2016.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Maxi-incendio ad Albignasego: a fuoco l'ex In Bloom, una persona intossicata

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • Tamponi rapidi, salgono a trenta le farmacie padovane aderenti all'iniziativa: l'elenco completo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento