rotate-mobile
Cronaca Selvazzano Dentro / Via Roma

Professoressa picchiata: la madre del ragazzo farà ricorso contro la bocciatura

Finirà davanti a un giudice la vicenda dell'insegnante picchiata fuori dalla scuola media di Caselle per non aver voluto interrogare un ragazzino di prima media

Rischia di finire davanti a un giudice la bocciatura del ragazzino la cui madre ha picchiato una professoressa di inglese la scorsa settimana alla succursale di Caselle della scuola Tommaso Albinoni. Come riporta il Mattino di Padova, la mamma sostiene che verso il figlio non sia stato rispettato quanto contemplato nella legge 122 che tutela gli studenti che fanno sport a livello agonistico.

Il legale

La donna si è affidata al legale di famiglia che dovrà far valere i diritti del piccolo. “I docenti hanno accettato la nostra richiesta, ma non hanno rispettato quanto contemplato dalla legge che consente a chi fa sport di partecipare alle manifestazioni indette dalle federazioni senza bisogno di giustificazioni e di programmare le verifiche nei tempi”. A far imbufalire la madre che è arrivata a tirare uno schiaffo alla professoressa, poi caduta a terra e finita in pronto soccorso con una prognosi di 20 giorni per la rottura del setto nasale, era stato il rifiuto dell’insegnante a interrogare l’ultimo giorno di scuola il ragazzino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professoressa picchiata: la madre del ragazzo farà ricorso contro la bocciatura

PadovaOggi è in caricamento