rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Arcella / Via Tiziano Aspetti

Profughi in Arcella, la Prefettura annulla controlli sanitari di Bitonci

Il sindaco di Padova avrebbe voluto far scattare venerdì gli accertamenti della polizia locale negli appartamenti affittati dalla cooperativa Sestante: "Se non c'è nulla da nascondere, non capisco quale sia il problema"

È ancora scontro, sul fronte profughi, tra il sindaco di Padova Massimo Bitonci e la Prefettura. Nelle intenzioni del primo cittadino, venerdì sarebbero dovuti iniziare i controlli igienico-sanitari all'interno degli appartamenti all'Arcella affittati alla cooperativa Sestante, in cui hanno trovato alloggio alcuni migranti. Tuttavia, le verifiche, da parte della polizia locale, sono saltate all'ultimo.

BITONCI, "SONO IO L'AUTORITÀ SANITARIA": Guarda il video

BITONCI. "Abbiamo ricevuto lo stop da parte della cooperativa - spiega il sindaco - che ha ricevuto indicazione, da parte della Prefettura, dell'esistenza di una circolare ministeriale che vieta questo genere di accertamenti senza la necessaria autorizzazione. Sono l'autorità sanitaria della città - dichiara Bitonci - e quindi sono io il responsabile di tali controlli. Verificherò questa circolare e se ci voglia un permesso, ad ogni modo - conclude - se non c'è nulla da nascondere non vedo perché non si possa verificare quante e quali persone occupino lo stabile".

BITONCI CONTRO IL PREFETTO, GUARDA IL VIDEO:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi in Arcella, la Prefettura annulla controlli sanitari di Bitonci

PadovaOggi è in caricamento