Cronaca Riviere / Corso Milano

Case private ai profughi in corso Milano, Bitonci: "Scelta assurda"

Il sindaco di Padova, mercoledì mattina, si è recato sul posto per ascoltare le opinioni di residenti e commercianti della zona. Martedì 5 maggio, raccolta firme contro questa decisione in piazza Capitaniato

A destra, il sindaco in corso Milano

L'iniziativa di accogliere alcuni profughi, tramite una cooperativa, in un appartamento privato di corso Milano non va giù al sindaco di Padova, Massimo Bitonci, che, mercoledì mattina, ha deciso di recarsi sul posto per discutere con residenti e commercianti della zona e raccogliere opinioni in merito ad una scelta da lui considerata "assurda".

BITONCI LANCIA LA RACCOLTA FIRME: Guarda il video

"NO CLANDESTINI IN CASE PRIVATE". Lo aveva già detto nei giorni scorsi, quando il prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia, aveva sollecitato l'urgenza di cercare alloggi, anche in appartamenti privati, per i profughi in arrivo. Disappunto ribadito mercoledì: "Mettere dei clandestini in case private in centro città è una scelta estremamente sbagliata - ha dichiarato il primo cittadino - ho incontrato molti cittadini e tutti erano molto arrabbiati. Mi hanno chiesto di intervenire perché è intollerabile questa situazione. Si tratta di clandestini veri e propri che vengono messi in case private senza alcun controllo, senza sapere chi sono e da dove vengono. Mi pare una cosa assurda".

LA RACCOLTA FIRME. Bitonci ha dato appuntamento a tutti i residenti del centro per una raccolta firme contro questa scelta. L'incontro è fissato per martedì 5 maggio nella sala Nassirya di piazza Capitaniato.

IL VIDEO, BITONCI: "UNA SCELTA SBAGLIATA"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case private ai profughi in corso Milano, Bitonci: "Scelta assurda"

PadovaOggi è in caricamento