menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La tendopoli all'ex caserma Prandina (foto Facebook)

La tendopoli all'ex caserma Prandina (foto Facebook)

Profughi, caserma Prandina sarà un centro di prima accoglienza

Lo ha annunciato la prefettura venerdì, e già sabato l'area è stata attrezzata con tende, letti, bagni chimici e docce, e dovrebbe fungere da centro di smistamento in attesa di trovare una sistemazione idonea

Sarà un centro di primissima accoglienza per i profughi. Si parla dell'ex caserma Prandina, in centro a Padova, che già giovedì ha ospitato una ventina di migranti nigeriani, adesso sistemati in una cooperativa della provincia. La notizia è di venerdì, e già sabato l'area è stata attrezzata con tende, letti, bagni chimici e docce, e dovrebbe fungere da centro di smistamento in attesa di trovare una sistemazione idonea.

BITONCI. La decisione della prefettura, nelle parole del viceprefetto Alessandro Sallusto, non ha trovato, come si poteva immaginare, il parere favorevole del sindaco Massimo Bitonci, che per l'area aveva tutt'altro progetto, ovvero la realizzazione di un grande parcheggio, e che aveva già storto il naso giovedì, per il veloce transito del gruppo di nigeriani. "Siamo pronti ad una mobilitazione pacifica, ma continua - afferma il primo cittadino - non permetteremo che Padova si trasformi in una tendopoli per clandestini. Non faremo sconti a nessuno – continua – daremo nomi e cognomi di chi, direttamente e indirettamente, lucra su un'emergenza che non si può scaricare sui cittadini o, con il suo comportamento, è funzionale al progetto suicida del Governo Renzi".

TENDOPOLI AL POSTO DEL PARCHEGGIO. "L'amministrazione sta con i residenti di corso Milano e i familiari dei militari che abitano nei pressi dell'ex caserma Pradina – prosegue – stiamo ricevendo continue segnalazioni e richieste d'aiuto: la maggior parte dei clandestini che arrivano in città, dopo poche ore, sfugge ai controlli e comincia a girovagare come zombie, importunando chi incontra sul suo cammino. L'ex caserma Pradina doveva diventare il parcheggio che avrebbe risolto i problemi di traffico e di accesso al centro - conclude - shi la sta trasformando in una tendopoli, contro il volere della maggioranza dei padovani e senza alcun mandato popolare, ne renderà conto. Con operazioni come questa si massacrano il turismo, il commercio e l'economia della città".

UNA TENDOPOLI IN VIA BEMBO. Inoltre, venerdì, era stato proprio il primo cittadino a riportare un'"indiscrezione" secondo cui potrebbe essere realizzata una tendopoli in via Telesio, una laterale di via Bembo. "Secondo indiscrezioni, e non certo perché il sindaco ne sia stato informato ufficialmente dagli organi competenti - aveva dichiarato Bitonci - le decine di richiedenti asilo che ad oggi sono in giro per la città faranno base nel bel mezzo di un'area residenziale densamente popolata. Chiedo ai parlamentari padovani che sostengono un Governo pericoloso per i cittadini di sfiduciarlo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento