rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Salboro / Via Pietro Bembo

Profughi alla caserma Prandina e tendopoli in via Bembo a Padova

La prefettura ha individuato per l'accoglienza l'area in cui già giovedì sono stati ospitati venti migranti. Un'altra soluzione potrebbe essere nella zona a pochi metri dal centro storico. Contrario il sindaco Bitonci

Un centro di prima accoglienza per i profughi all'ex caserma Prandina di Padova e una tendopoli in una laterale di via Bembo

PROFUGHI ALL'EX CASERMA PRANDINA. Già giovedì una ventina di migranti nigeriani, adesso sistemati in una cooperativa della provincia, è stata ospitata nella caserma. L'area, su disposizione della prefettura, verrà adeguata allo scopo con tende, letti, bagni chimici e docce. 

UNA TENDOPOLI IN VIA BEMBO. Inoltre - a darne notizia è il sindaco Massimo Bitonci - sarà realizzata una tendopoli a pochi metri dal centro storico. "Secondo indiscrezioni, e non certo perché il sindaco ne sia stato informato ufficialmente dagli organi competenti - ha dichiarato Bitonci - le decine di richiedenti asilo che ad oggi sono in giro per la città faranno base nel bel mezzo di un'area residenziale densamente popolata. Chiedo ai parlamentari padovani che sostengono un Governo pericoloso per i cittadini di sfiduciarlo. Facendo altrimenti dimostreranno di essere favorevoli a questo genere di iniziative: Alfano mette a repentaglio la salute dei padovani e privilegia i clandestini, a scapito di chi paga le tasse. No a una tendopoli in via Bembo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi alla caserma Prandina e tendopoli in via Bembo a Padova

PadovaOggi è in caricamento