menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bando profughi Due Carrare, la Prefettura: "Ecofficina ha retrodatato la convenzione"

L'Ente statale si è attivato per le verifiche dalle quali è emersa la difformità dell'atto in possesso del Comune rispetto a quello effettivamente sottoscritto nel 2014

La documentazione presentata dalla cooperativa Ecofficina per aggiudicarsi la gara indetta a inizio febbraio dal comune di Due Carrare per l'assegnazione di 20 posti del sistema Sprar (Servizio di protezione richiedenti asilo e rifugiati) è stata alterata. Questo l'esito degli accertamenti attivati dalla prefettura di Padova.

ATTO RETRODATATO. L'Ente statale riferisce che "è emerso che la cooperativa Ecofficina, partecipante alla gara, per comprovare il possesso del requisito richiesto dal bando della pluriennale esperienza nel servizio di accoglienza, ha prodotto una copia della convenzione, stipulata con questa Prefettura nel 2014, retrodatata nella sua decorrenza e nella data della sottoscrizione". Le verifiche effettuate hanno fatto emergere, continua la Prefettura "la difformità dell'atto in possesso del comune di Due Carrare rispetto a quello effettivamente sottoscritto".

L'INCHIESTA. Gli atti sono stati messi a disposizione dell'autorità giudiziaria. La procura di Padova ha già aperto un'inchiesta per truffa aggravata e falso in atto pubblico in cui risultano iscritti nel registro degli indagati i due vertici di Ecofficina, la cooperativa che gestisce l'accoglienza dei profughi all'ex caserma Prandina di Padova e nella dismessa base dell'aeronautica a Bagnoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento