rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Abano Terme

Profughi, Lega al fianco del comitato "Abano dice no": manifestazione a Giarre

Si sono dati appuntamento per martedì, alle ore 20.30, a Giarre, davanti al 1° Roc, struttura individuata quale nuovo centro di accoglienza della provincia padovana

A pochi giorni dalla manifestazione davanti all'ex base Nato Venda di via Rovere, ad Abano Terme, promossa dalla segreteria provinciale della Lega Nord Liga Veneta, il partito si mobilita nuovamente e martedì alle ore 20.30, sarà a Giarre, al fianco del comitato "Abano dice No".

ACCOGLIENZA. La protesta nasce dalla volontà di ribadire la posizione di dissenso nei confronti del nuovo centro d’accoglienza profughi della provincia padovana, individuato nell'ex base Nato Venda. "Ci hanno dato degli sprovveduti - spiegano i rappresentanti del comitato in un post sulla pagina Facebook da loro creata - si sono permessi di dire che non avendo esperienza abbiamo bisogno di una guida. Noi rendiamo noto che accoglieremo tutte le persone sensibili alla causa e che continueremo per la nostra strada".

APPELLO. "Vi aspettiamo numerosi martedí sera, al 1° Roc di Abano Terme, senza bandiere (le uniche ammesse saranno la bandiera d'Italia e quella della regione Veneto) - questo il messaggio lanciato attraverso Facebook - Dobbiamo lanciare un segnale forte, sperando che serva da monito a chi di dovere".

OSTELLARI. Alla manifestazione prenderà parte anche il segretario provinciale della Lega Nord di Padova Andrea Ostellari: "Siamo con i cittadini di Abano e di tutta la provincia - spiega Ostellari - per dire no ad una falsa accoglienza che rischia di distruggere il tessuto economico di un’intera area termale".

LEGA. Saranno presenti anche il responsabile nazionale per il partito immigrazione e sicurezza Roberto Marcato, i militanti e sostenitori della Lega Nord, consiglieri e assessori regionali Lega Nord, sindaci Lega Nord della provincia.

LA LETTERA DI ZAIA A RENZI. Sulla questione era intervenuto anche il governatore del Veneto Luca Zaia che aveva indirizzato una lettera al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, sollecitando un ripensamento in virtù della vocazione turistica della cittadina aponense e dello stato particolare dovuto al commissariamento del suo comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, Lega al fianco del comitato "Abano dice no": manifestazione a Giarre

PadovaOggi è in caricamento