rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Montagnana

Accoglienza, cinquanta profughi all'ex Mausoleo di Montagnana

Una cinquantina di migranti nel comune padovano. Il presidente del Veneto: "Altra ghettizzazione". il vice presidente della Provincia di Padova: "Il risultato della scarsa collaborazione di alcuni sindaci"

"Nel nostro territorio si continuano a creare ghetti ad insaputa dei sindaci e in luoghi sensibili". È il commento del governatore del Veneto Luca Zaia ai "due nuovi casi di ghettizzazione" dei richiedenti asilo, che si stanno verificando nelle ultime ore a Montagnana e nel Veronese. Nel comune Padovano, troverà ospitalità una cinquantina di profughi, all'interno dell'ex Mausoleo, di proprietà di un privato che ha deciso di offrire alla Prefettura la propria disponibilità all'accoglienza.

REGIONE. Il presidente della Regione sottoline come la struttura si trovi a due passi da una palestra e dal Villaggio della Gioventù: "Una follia, per non parlare dei problemi igienico sanitari che legittimamente preoccupano sindaco e famiglie e sui quali vigileremo attentamente. Quando ribadisco il mio no ai ghetti – conclude Zaia - sottintendo anche il no ad un'accoglienza diffusa e generalizzata di immigrati di cui non sappiamo nome, provenienza, storia ed intenzioni, e che per la massima parte sono clandestini senza diritto di asilo".

PROVINCIA. "Forse adesso è giunto il momento, anche per quei sindaci che avevano risposto in modo assolutamente negativo ma soprattutto poco collaborativo - dichiara il vice presidente della Provincia di Padova, Fabio Bui - di rivedere le loro posizioni, perché non soltanto l’accoglienza dei profughi continuerà ad esserci imposta dall’alto, come ha dimostrato bene il caso di Montagnana, ma, grazie alla scarsa collaborazione di qualcuno, l’emergenza avrà ricadute su tutto il territorio padovano". Bui fa riferimento alla posizione mantenuta dal primo cittadino di Montagnana, Loredana  Borghesan, tra i firmatari del documento del "no" all'accoglienza proposto dal sindaco di Padova Massimo Bitonci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza, cinquanta profughi all'ex Mausoleo di Montagnana

PadovaOggi è in caricamento