menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Profughi, l'altra manifestazione: in piazza la "Padova che accoglie"

È la contro-proposta, alle 19 in piazza Garibaldi, alla fiaccolata silenziosa, cui parteciperà anche Massimo Bitonci, che si svolgerà lo stesso giorno contro l'impiego di case private per ospitare i profughi

L'altra faccia di Padova, quella che accoglie, sarà in piazza Garibaldi alle 19 di venerdì 15 maggio. È la contro-proposta alla fiaccolata silenziosa, cui parteciperà anche Massimo Bitonci, che si svolgerà lo stesso giorno, con partenza da palazzo Moroni, per manifestare contro l'impiego di case private per ospitare i profughi.

LEGA NORD, STRISCIONE CONTRO I PROFUGHI: il frate lo fa rimuovere

L'evento "Padova accoglie" è stato pubblicato su Facebook sabato sera e in due giorni ha già raccolto le 1.200 adesioni virtuali. "Mettere all'indice la solidarietà umana è un gesto che attacca al cuore profondo la nostra cittadinanza - si legge nella presentazione dell'iniziativa - emanare provvedimenti amministrativi che rendano illegale addirittura la disponibilità personale dei singoli cittadini ad ospitare nelle proprie proprietà (l'ordinanza anti-profughi, ndr) , nel momento in cui fra l’altro non vengono messi a disposizione spazi pubblici, è un’aggressione alla vera anima dei padovani: aperta, accogliente, solidale, fraterna. A Padova ci sono molte persone che cercano di essere quotidianamente parte della soluzione alle molte problematiche che hanno a che fare con l’accoglienza e l’integrazione dei migranti".

PROFUGHI DORMONO FUORI DALLA QUESTURA: Guarda il video

"Crediamo che la fiaccolata indetta per venerdì 15 - si legge ancora - sia un insulto a questa città volenterosa, che si vuole marginalizzare e immiserire con l'odio e la paura. Chiediamo dunque che venerdì 15 maggio la vera Padova prenda la parola e si renda visibile. Per questo ci rivolgiamo a tutta la cittadinanza, ai gruppi organizzati, ai singoli, a partire da chi ogni giorno lavora per aiutare i profughi, fino a ogni cittadino che ritenga che la solidarietà sia un valore irrinunciabile, perché si possa costruire una piazza piena della Padova che sa e che vuole accogliere gli ultimi".

PREFETTO, "Grande aiuto dai privati": Guarda il video

CASO PROFUGHI. Il tema dell'ospitalità dei migranti in città si sta facendo sempre più pressante e scottante. Da un lato governo centrale e prefetture che destinano al capoluogo e alla provincia decine di nuovi profughi per via dei continui sbarchi nel sud Italia e dall'altro il muro opposto dall'amministrazione comunale del sindaco leghista Bitonci - con tanto di ordinanza - e avvallata da gruppi di cittadini, che si oppongono all'accoglienza con una raccolta firme e fiaccolate, lamentando di avere "già dato". D'altro canto, ci sono privati che affittano le proprie abitazioni alle associazioni che gestiscono in loco la permanenza dei profughi, tra cui il caso emblematico della 90enne che, colpita dal dramma degli sbarchi, ha messo recentemente a disposizione la propria abitazione per ospitarli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento