Cronaca Arcella

Bitonci:"Clandestini in Arcella negli appartamenti? Controlli serrati"

Il sindaco di Padova, dopo avere appreso la notizia dell'inserimento di alcuni migranti all'interno di abitazioni nel quartiere, ha annunciato accertamenti scrupolosi per verificare l'adeguatezza delle strutture

Pugno di ferro del sindaco di Padova Massimo Bitonci, che, dopo avere appreso dell'inserimento, da parte della cooperativa Sestante, di 26 profughi all'interno di alcuni appartamenti all'Arcella, ha annunciato controlli serrati per verificare l'adeguatezza degli alloggi e l'idoneità igienico sanitaria.

LE DICHIARAZIONI DI BITONCI: Guarda il video

PROFUGHI IN APPARTEMENTI ALL'ARCELLA. "Sia chiaro che nelle prossime ore scatteranno controlli a tappeto della polizia urbana - dichiara Bitonci - per verificare che le abitazioni individuate dalla cooperativa rispondano alla normativa. Continuo a ripetere - conclude - che non possono mettere queste persone negli appartamenti, perché non sono né alberghi né strutture ricettive". Il sindaco ha specificato che gli accertamenti valuteranno la possibilità di alloggiare migranti all'interno degli appartamenti sulla base della legge del 1975, "che prevede - puntualizza - almeno 15-20 metri quadrati per profugo".

GUARDA IL VIDEO:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitonci:"Clandestini in Arcella negli appartamenti? Controlli serrati"

PadovaOggi è in caricamento