menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arrivo dei profughi davanti alla questura di Padova

L'arrivo dei profughi davanti alla questura di Padova

Altri 700 profughi, Bitonci: "Non pago vacanze a giovanotti africani"

Il prefetto di Venezia Domenico Cuttaia ha annunciato l'arrivo di nuovi migranti in Veneto e la necessità di trovare soluzioni urgenti per ospitarli. Il sindaco di Padova: "Non c'è spazio per chi viene solo a chiedere"

Altri 700 profughi in Veneto, e quindi nuovi arrivi anche a Padova. Lo ha annunciato martedì il prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia: "Il ministero dell'Interno ha appena comunicato che dallo scorso venerdì ad oggi sono giunte oltre 28 segnalazioni di imbarcazioni presenti in un vasto tratto di mare, per un numero complessivo di 5.600 persone - si legge nella nota - al riguardo è stato preannunciato l'arrivo nel territorio veneto di 700 migranti, rientranti peraltro nella quota a suo tempo assegnata".

700 PRFUGHI IN VENETO. Solo lunedì, una corriera con 15 migranti africani è arrivata davanti alla questura di Padova. L'indomani, il prefetto veneziano ha annunciato nuovi sbarchi e convocato per lunedì un tavolo di coordinamento regionale "per individuare con la massima urgenza le soluzioni alloggiative".

BITONCI. Immediata la risposta del sindaco Massimo Bitonci: “Sono stato eletto dalla maggioranza dei padovani per fare il sindaco dei padovani, non per organizzare le vacanze di giovanotti provenienti dall'Africa o dall'Asia - ha commentato il primo cittadino - non stanzierò parte delle scarse risorse che il Governo lascia sul territorio per mantenere i clandestini. Alla comunicazione della prefettura di Venezia, giunta a palazzo Moroni, rispondo facendo seguito all'appello di Matteo Salvini - ha concluso - a Padova c'è spazio per chi viene anche a dare, non solo a chiedere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento